Aeroporto Trapani Birgi, Musumeci incontra i vertici di Airgest

Aeroporto Trapani Birgi,  Musumeci incontra i vertici di Airgest
30 novembre 2018

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha fatto visita, questa mattina, all’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi. Ad accoglierlo il presidente di Airgest, la società di gestione dell’aeroporto, Paolo Angius, il consigliere di amministrazione Saverio Caruso, il presidente del collegio sindacale, Gerlando Piro, il dirigente dell’Enac, Giuseppe Caruso e il dirigente della Polizia di Frontiera, Marcello Landolina.

Il responsabile dei servizi aeroportuali e del terminal Gabriella Bosco, insieme ai vertici di Airgest, ha condotto il presidente della Regione attraverso un tour della struttura, il piano terra con l’area check-in, al primo piano l’area controlli di sicurezza, i gate di imbarco e l’area commerciale, la sala vip Garibaldi e la sala del consiglio dove si è intrattenuto con la stampa presente. Al terminal il presidente Nello Musumeci ha incontrato anche le associazioni cittadine e di operatori del turismo presenti.

Tra gli argomenti affrontati, lo stato di salute ed il futuro di Birgi e del territorio. Il presidente Musumeci ha parlato della utilità di un’unione tra gli aeroporti di Trapani e di Palermo, a vantaggio di entrambe le strutture, fino alla creazione di un’unica società di gestione di tutti gli aeroporti siciliani.

Il presidente Paolo Angius ha ringraziato la presidenza della Regione siciliana per l’attenzione alla struttura e al territorio. “Sono assolutamente convinto – ha detto Angius – che la base azionaria degli aeroporti vada allargata agli enti locali, per una responsabilità più diretta, e alla Camera di Commercio”. E, a proposito della possibile fusione con l’aeroporto di Palermo, a cui i vertici di Gesap non hanno ancora dato il proprio benestare, Angius ha lanciato una provocazione: “Se Palermo dicesse di no si potrebbe guardare al polo di Catania e di Comiso che porterebbe il numero complessivo di passeggeri sopra quota 10 milioni”.

Leggi anche:  Sicilia. Anaao: “Ospedali al collasso: cancellate diverse strutture complesse e servizi”

Intanto Elena Ferraro ha annunciato le dimissioni dalla carica di consigliere di amministrazione dell’Airgest spa. “Ferraro è stata fortemente voluta dal Presidente della Regione nel cda della società da circa nove mesi ed è stata colei che ha gestito i rapporti tra il territorio, la società di gestione dell’aeroporto ”Vincenzo Florio” e la Regione – si legge in una nota -Giungono a sorpresa tali dimissioni proprio a due ore dalla visita del presidente Musumeci presso lo scalo di Birgi”. ”Macchina burocratica regionale inefficiente e inefficace che ha azzerato il rapporto di fiducia con l’ente Regione. Un rapporto creato in nove mesi di lavoro svolto con totale dedizione e spirito di servizio nell’esclusivo interesse del territorio”, dice Ferraro.

Proprio sulle dimissioni del consigliere di amministrazione Elena Ferraro, presentate questa mattina prima della visita di Musumeci, il presidente di Airgest, Paolo Angius ha commentato: “Esprimo profondo dispiacere a nome mio e di tutta la struttura. Il consigliere Elena Ferraro, in questi mesi si amministrazione congiunta, ha svolto con grande dedizione un ruolo di grandissima sostanza ad esclusivo beneficio dell’aeroporto”.



Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  Giuseppe Gulotta, 22 anni in carcere da innocente. Risarcimento da sei milioni di euro

Leggi anche:  Rifiuti in Sicilia, per uscire dall'emergenza Crocetta punta su nuove discariche e...le parrocchie

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  La Regione Sicilia dà agli enti locali i soldi per pagare gli arretrati dei 20 mila precari

Succede

Leggi anche:  Ustica Lines, Morace rinviato a giudizio per interruzione di pubblico servizio