Agricoltura, la Cia propone Igp per l’olio siciliano

Agricoltura, la Cia propone Igp per l’olio siciliano
23 luglio 2012

Dopo avere contribuito a raggiungere l’obiettivo della Doc Sicilia per il vino, la Cia siciliana lancia la proposta di una Igp Sicilia (indicazione Geografica Protetta) per l’olio extravergine d’oliva prodotto in Sicilia.

La proposta di disciplinare per l’istituzione del marchio Igp Sicilia verrà presentata dalla Cia siciliana nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà il prossimo 24 luglio alle 10,30 a Palermo presso la sede dell’organizzazione professionale di categoria di via Remo Sandron, 63.

Alla conferenza stampa, oltre a produttori, frantoiani, tecnici e docenti universitari che hanno contribuito alla stesura della proposta di disciplinare per l’istituzione del marchio Igp, parteciperà l’assessore regionale all’Agricoltura, Francesco Aiello.

“La presentazione della proposta di disciplinare – afferma Carmelo Gurrieri, presidente della Cia siciliana – è il risultato del confronto con i produttori olivicoli che con entusiasmo vogliono condividere un percorso di qualità per la valorizzazione dell’olio d’oliva extravergine siciliano sui mercati nazionali ed esteri, per contrastare l’agropirateria e utilizzare al meglio il brand «Sicilia» nella convinzione che questi elementi possano costituire un ottima base di rilancio di una della più diffuse produzioni dell’Isola”.

Leggi anche:  La condanna di Beppe Grillo per diffamazione e le discussioni a sproposito


Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  Editoria, persi in Italia due miliardi di ricavi in cinque anni

Leggi anche:  La condanna di Beppe Grillo per diffamazione e le discussioni a sproposito

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  Regione, il Pd chiede lo stop a nuovi impianti eolici. "Ci sono richieste per oltre 3 mila Mw"

Succede

Leggi anche:  Crocetta alla riscossa. Annuncia un piano di riforme fino al 2017. Pd all'angolo