Crescono in Sicilia le domande di mutuo per la casa. I dati

Crescono in Sicilia le domande di mutuo per la casa. I dati
19 gennaio 2016

In Sicilia il numero di domande di mutuo inoltrate dalle famiglie agli istituti di credito nel corso del 2015 è cresciuto del +39,6%, ma è inferiore alla media nazionale (+53,3%). La provincia che ha fatto segnare l’incremento più sostenuto è stata Siracusa, con un +48,6%, seguita da Catania con un +43,3%.
A Palermo la crescita è stata pari a +40,8% mentre all’ultimo posto della graduatoria
regionale si colloca Enna, con una crescita che si è fermata a +18,8%. Relativamente agli importi medi richiesti, è invece la provincia di Palermo a guidare la classifica regionale, con
117.175 Euro, seguita da Catania, con 114.424 Euro. Il valore medio più contenuto, al contrario, è stato quello rilevato nella provincia di Trapani, con 93.359 Euro. Lo dice il barometro Crif, che analizza l’andamento della domande di mutui e prestiti (vere e proprie istruttorie formali, non semplici richieste di informazioni o preventivi online) contribuite dagli istituti di credito in Eurisc.

Per quanto riguarda il numero di richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di beni/servizi la Sicilia ha fatto segnare nel 2015 una crescita pari a +5,8%, al di sotto della variazione rilevata a livello nazionale (+12,2%). Scendendo maggiormente nel dettaglio, Ragusa guida il ranking regionale con un aumento del +13,0%, seguita da Messina ed Enna,
rispettivamente con +10,9% e +10,0%. Palermo ha fatto registrare un incremento meno marcato, pari a +3,8%. Trapani e Catania sono, infine, le province che hanno fatto segnare la variazione più contenuta in regione, rispettivamente con +3,0% e +2,8%. In termini di importo richiesto, invece, la media per i prestiti finalizzati richiesti in regione è stata pari a 3.917 Euro, con tutte le province che hanno fatto registrare una crescita significativa rispetto al 2014.
Nello specifico, Messina è stata la provincia ad aver fatto rilevare il valore più consistente, con 4.625 Euro. L’importo medio più contenuto, invece, è stato registrato a Palermo, con 3.510 Euro.
Per la forma tecnica dei prestiti personali nell’anno appena concluso, la Sicilia ha fatto registrare un calo nel numero di richieste rilevate, pari al -5,0%, una variazione negativa più accentuata rispetto alla media nazionale (-1,5%). In Regione, Messina è risultata la provincia che ha fatto segnare la contrazione più forte, con un -8,2% rispetto al 2014, seguita a breve distanza da Siracusa (-7,8%). Trapani è, al contrario, la provincia con il calo meno significativo della domanda di prestiti personali pari a -1,1%. A Palermo, invece, la flessione è stata del -2,5%.
Infine, per quanto riguarda l’importo medio dei prestiti personali richiesti, con 12.312 Euro Agrigento si è posizionata al primo posto in Regione, sopravanzando Palermo, con 12.211 Euro. All’estremo opposto del ranking si colloca Enna, con 11.586 Euro.

Leggi anche:  Sicilia, recupero del patrimonio edilizio dei centri storici. Si presentano le proposte


Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame