“Ridotti i trasferimenti ai Comuni”, AnciSicilia contro la Finanziaria

“Ridotti i trasferimenti ai Comuni”, AnciSicilia contro la Finanziaria
21 aprile 2017

 “Come un copione che si ripete, aggravandosi di anno in anno, anche per il 2017 gli enti locali dell’Isola rischiano di doversi confrontare, a fine aprile, con trasferimenti regionali ridotti sulla parte corrente e ancora una volta azzerati per ciò che attiene alle spese per investimenti”.

Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di AnciSicilia, lanciano l’appello nei confronti della politica sulla manovra finanziaria in discussione all’ARS e annunciano che il 26 aprile a Palazzo dei Normanni si terrà un confronto con il presidente Giovanni Ardizzone e con  tutti presidenti dei Gruppi parlamentari. 

“Senza alcun tipo di confronto con le istituzioni locali – continuano Orlando e Alvano- si prendono decisioni che in molti casi appaiono estemporanee più che ispirate al buon senso. L’AnciSicilia è costretta, ancora una volta, a richiamare l’attenzione sul necessario rispetto tra livelli istituzionali pari ordinati e sulla necessità che si comprenda che ogni iniziativa legislativa che coinvolga direttamente o indirettamente i comuni per portare risultati positivi deve coinvolgere, attraverso un preliminare confronto, questi ultimi. Occorre, nell’interesse di tutti, evitare di indebolire gli unici presidi istituzionali rimasti sul territorio attraverso scelte legislative adeguate, le necessarie risorse finanziarie e certamente evitando norme come quelle sulla decadenza di sindaco e giunta che rischiano di generare una inaccettabile situazione di instabilità politica ed amministrativa con inevitabili ulteriori ricadute negative sui cittadini”.

Leggi anche:

Finanziaria, tutto rinviato al 26 aprile Maggioranza cerca l’accordo

“Meno tasse e bilancio sano”, Baccei illustra la Finanziaria 2017

Appalti fermi e burocrazia lenta, Filca Cisl: “100 mila edili disoccupati”

Tagli al Fondo pensioni dei regionali, sindacati attaccano Crocetta

“Solito mercato delle vacche”, M5S boccia senza appello Finanziaria



Commenti

La colonna infame