Francofonte, finanziati lavori di consolidamento del costone di contrada Gadera

Francofonte, finanziati lavori di consolidamento del costone di contrada Gadera
19 marzo 2019

E’ stata finanziata con procedura d’urgenza la progettazione esecutiva per i lavori di consolidamento del costone di contrada Gadera a Francofonte, nel Siracusano. 

“Interveniamo con tempestività – commenta il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico – per mettere in sicurezza il centro abitato, edificato sul costone che verrà adesso consolidato nel più breve tempo possibile, in una zona con classificazione R4 ossia ad elevato rischio idrogeologico”.

E’ stata infatti pubblicata la gara – per un importo di 126 mila euro – per la progettazione relativa ai lavori di completamento dell’area, dopo un primo intervento effettuato nel 2005 e che saranno di tipo strutturale, idraulico per la raccolta delle acque e di bonifica e risanamento ambientale. Sul costone Gadera, che è in forte pendenza, è prevista la realizzazione di berlinesi in micropali proprio per evitare cedimenti del terreno e, quindi, l’instabilità di edifici e manufatti.

Il progetto dovrà inoltre prevedere interventi di regimentazione dei corsi d’acqua con due condotte principali interrate in polietilene: la prima per la raccolta delle acque meteoriche superficiali lungo tutto il percorso sino all’incrocio con via Tunisi, la seconda in sostituzione di quella vecchia e in pessime condizioni nella parte sottostante l’abitato. Verranno altresì realizzate opere di pulizia, risagomature e sistemazione del versante degradato.

Leggi anche:  Sospeso il concorso per l'apertura di 222 nuove farmacie in Sicilia


Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  I sindaci contro la norma sulla decadenza, AnciSicilia: “E' incostituzionale"

Leggi anche:  Sospeso il concorso per l'apertura di 222 nuove farmacie in Sicilia

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  Mezzojuso, al via lavori per messa in sicurezza del centro storico

Succede

Leggi anche:  Aggressioni ai medici, l'Ordine: "Supporto legale a chi denuncia"