Il nuovo fronte della movida: a Piraino si balla in silenzio

Il nuovo fronte della movida: a Piraino si balla in silenzio
6 settembre 2017

Centinaia di ragazzi e ragazze, armati di cuffie colorate, balleranno venerdì 8 settembre fra le strade di Piraino. Grazie al “Silent disco party”, un evento a metà fra una serata in discoteca e un flashmob che dà la possibilità di ballare con la musica a tutto volume senza però disturbare la quieta pubblica. L’idea è nata oltreoceano, a New York, ed ha subito attirato l’attenzione del fotografo siciliano Nino Bartuccio che ha deciso di importare nel suo paese di adozione, Piraino, con questo evento che animerà le strade del centro storico grazie a duecento modernissime cuffie senza fili, dotate di  coloratissimi led.

«La trasmissione dei brani – racconta il fotografo – avverrà per mezzo di una connessione wireless. Ci saranno tre tipi diversi di musica, differenziata per colore (rosso, verde e blu), e ognuno potrà scegliere il genere che preferisce, dall’hip-hop alla techno. Lo spettacolo, visto dall’esterno, sembra una sorta di coreografia silenziosa, ed è bello assistere alla performance provando ad immaginare, dai movimenti dei ballerini, che tipo di musica stanno ascoltando. Inoltre – prosegue Bartuccio – tutti i partecipanti saranno liberi di spostarsi nel cuore millenario del centro storico, da piazza Baglio a piazza Del Rosario, dato che la copertura della rete copre un raggio di 500 metri».

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Speedy in collaborazione con il movimento spontaneo “Piraino Giovane e Solidale”, “Visit Piraino” e il patrocinio dell’Amministrazione comunale, vedrà la partecipazione dei Dj Cesare Scaffidi, Antonio Pizzino e Niní Mirenda, che trasmetteranno contemporaneamente diversi stili di musica, e sarà impreziosita dalla presenza degli stand del Caffè Saraceno, della birra artigianale Epica, della Norcineria Tipica e del panificio Magia dei Sapori.

articolo tratto dal quotidiano oggimilazzo.it

Leggi anche:  In vacanza da soli o con gli amici? No, meglio con gli sconosciuti


Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame