ll Distretto Pesca di Mazara rafforza la collaborazione con i Paesi dell'Africa occidentale

ll Distretto Pesca di Mazara rafforza la collaborazione con i Paesi dell'Africa occidentale
26 dicembre 2015

A seguito dell’incontro fra la Presidente della Repubblica della Liberia S.E. Ellen Johnson Sirleaf e l’Ambasciatore d’Italia S.E. Alfonso Di Riso e della recente firma dell’Accordo di Pesca, e relativo Protocollo, fra l’Unione Europea ed il Governo Africano, il Presidente del Distretto della Pesca Giovani Tumbiolo è stato invitato dall’Ambasciatore della Liberia Mohammed Sheriff d’effe a Roma.

L’incontro tecnico ed operativo finalizzato a rafforzare, nel quadro degli accordi euroliberiani, la presenza dell’Italia e segnatamente della Sicilia nelle attività di cooperazione scientifica e produttiva, si è svolto in un clima cordiale e proficuo.

E’ stata definita l’agenda relativa alla visita in Sicilia, nel mese di gennaio 2016, di S.E. Moses Zinnah Ministro dell’Agricoltura e Pesca della Repubblica di Liberia.

Su precise indicazioni dell’Assessore all’Agricoltura e Pesca della Regione Sicilia On. Antonello Cracolici, Tumbiolo ha avviato le procedure finalizzate all’incontro fra imprenditori liberiani e siciliani in vari campi di attività del settore primario.

Sono numerose le attività di cooperazione tecnica e produttiva già avviate da imprese siciliane nei Paesi del West Africa (Ghana, Costa D’Avorio, Congo e Guinea) grazie alla costante azione del Distretto Siciliano.

“Ci sono spazi di crescita e numerose opportunità –ha dichiarato l’Assessore Cracolici- in ampi settori della filiera agricola e del mare per i nostri imprenditori nei Paesi dell’Africa Occidentale e SubSahariana nel quadro di una cooperazione rafforzata che la Sicilia intende sviluppare grazie al livello di relazioni internazionali “acquisito” anche grazie all’infaticabile attività del Distretto Siciliano”

Leggi anche:  Autostrade siciliane, verso la creazione di un nuovo ente per la gestione


Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame