M5S: “Finanziaria disastrosa, oltre 200 emendamenti per limitarne i danni”

M5S: “Finanziaria disastrosa, oltre 200 emendamenti per limitarne i danni”
8 febbraio 2019

Una pioggia emendamenti per rendere meno peggiore “una finanziaria disastrosa, lacrime e sangue e senza alcuna prospettiva per il futuro”.

Sono oltre 200 quelli presentati dal gruppo parlamentare 5 stelle all’Ars e vanno da quello che mira alla creazione di un fondo per l’abbattimento delle case abusive dei mafiosi, al rimpinguamento dei fondi per le istituzioni culturali, alla certezza dei pagamenti per i liberi professionisti, all’adozione della tecnologia blockchain per la tracciabilità dei prodotti agroalimentari. Previsti pure l’installazione delle colonnine di ricarica per le vetture elettriche nella rete autostradale, interventi a favore dei disabili, l’autorizzazione al Cas ad assumere tramite concorso, stanziamenti per le riserve naturali, il rifinanziamento delle misure contro la violenza di genere, la previsione di Fondi per la prevenzione del rischio idrogeologico e per la destagionalizzazione turistica.

Questi gli emendamenti più importanti

Rimpinguamento fondi teatri e istituzioni culturali. 
Gli emendamenti a firma di Gianina Ciancio provano a mettere una toppa ai tagli per teatri ed istituzioni culturali che mettono in ginocchio questi enti, rischiando di metterli nelle condizioni di non poter pagare nemmeno gli stipendi. Gli atti della parlamentare prevedono il rimpinguamento dei fondi  destinati ai teatri Bellini di Catania e  Vittorio Emanuele di Messina, per la Fondazione orchestra sinfonica siciliana e per il Fondo unico per lo spettacolo (Furs).

Fondo a disposizione dei Comuni per l’abbattimento delle case abusive dei mafiosi. Lo prevede un emendamento di Stefano Zito che istituisce presso l’assessorato regionale del Territorio e dell’Ambiente un Fondo con una dotazione di duecentomila euro l’anno, da quest’anno e fino al 2021, a disposizione dei Comuni per la demolizione delle opere abusive, di qualsiasi valore e dimensione, di proprietà, o comunque nella disponibilità, di soggetti condannati per reati di mafia.

Leggi anche:  Rilancio dell'economia e lavoro: ecco cosa chiedono siciliani a Musumeci

Rifinanziamento delle misure contro la violenza di genere (a firma di Valentina Zafarana). L’emendamento  porta l’attuale dotazione economica prevista di 87.000 euro a un milione di euro. L’emendamento prevede pure il rifinanziamento del reddito di libertà con altri 500 mila euro. Un altro emendamento di Valentina Zafarana prevede l’inserimento lavorativo di persone con disabilità psichica e la presa in carico territoriale dei soggetti disabili psichici attraverso il budget di salute

Promozione delle tecnologia Blockchain per la tracciabilità dei prodotti agroalimentari. La Sicilia deve essere la prima regione italiana a promuovere ed applicare la tecnologia Blockchain . È questo il senso dell’emendamento di Jose Marano che prevede lo sviluppo di una piattaforma informatica multifunzionale Blockchain  per la tracciabilità dei prodotti agroalimentari. Le risorse finanziarie sono individuate nel piano “Agenda Digitale Sicilia”, approvato con deliberazione n.116 del 6 marzo 2018 dalla Giunta Regionale, finanziato dal PO FESR Sicilia 2014-2020.

Certezza dei pagamenti per i professionisti del settore edile. L’emendamento, a firma di Giampiero Trizzino, nasce a sostegno dei giovani professionisti, per garantire loro la sicurezza di essere pagati al termine della loro prestazione professionale. La norma, tra le altre cose, dispone la sospensione dei titoli abilitativi per qualsiasi opera in edilizia, qualora il committente ometta di depositare – oltre agli altri atti già previsti per legge – i documenti necessari a dimostrare l’avvenuto pagamento degli oneri spettanti al professionista.

Da segnalare  tra gli emendamenti di Giancarlo Cancelleri, quello per il Rifinanziamento della legge regionale vigente sui Consorzi Fidi, rispetto al fondo rischi e ai contributi conto interessi, quello per il sostegno ai Comuni che hanno stabilizzato i precari (poiché la norma in materia del 2016 ha creato di fatto una disparità di trattamento rispetto ai Comuni che hanno provveduto alle stabilizzazioni per tempo, seguendo le scadenze degli anni precedenti) e quello per l’Istituzione di un Fondo per la destagionalizzazione turistica.

Leggi anche:  Il bilancio lacrime e sangue della Sicilia: lo Stato prende più di quanto dà...

A firma di Nuccio Di Paola, tra gli altri, sono gli emendamenti per l’istituzione del Crowfounding nei siti archeologici per finanziare nuove campagne di scavi e quello per l’istituzione di Fondi per la prevenzione e gestione del rischio idrogeologico e idraulico. (Contributo a favore dei comuni dotati di Piano di emergenza comunale (PEC) di protezione civile, per assumere geologi e ingegneri ambientali per la pianificazione idrogeologica, territoriale, paesaggistica ed ambientale).

L’istituzione di un fondo per l’erogazione di un contributo a privati o enti locali per l’acquisto di  biodigestori per la produzione di gas nelle  isole minori,  l’ installazione colonnine di ricarica elettrica nella rete autostradale siciliana,  e limitazioni alla realizzazione di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni su terreni coltivati o coltivabili sono gli emendamenti principali proposti di Luigi Sunseri.

Realizzazione  di uno sportello unico per la disabilità (che assicuri un servizio di informazione ed orientamento sulle norme e sui servizi erogati  dalla Regione e dagli enti territoriali e provveda al disbrigo delle pratiche amministrative burocratiche) e interventi per la creazione di pensiline e strutture che offrano riparo agli utenti del trasporto pubblico locale, sono due tra gli emendamenti firmati da Roberta Schillaci.

Gli emendamenti firmati da Antonio De Luca prevedono l’ autorizzazione al Cas ad espletare concorsi pubblici per assumere il personale necessario alla gestione e manutenzione delle autostrade siciliane senza più fare ricorso a straordinari e agenzie interinali che appesantiscono i costi dell’Ente, la  Concessione di contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, la concessione di contributi alle coppie per aiutarle a sostenere le spese per l’inserimento sociale e scolastico dei figli stranieri adottati, con particolare riferimento a quelli che necessitano di supporto psicologico.

Leggi anche:  Catania, truffa sulle borse di studio all'Università

Corrono in soccorso delle esigenze dei disabili gli emendamenti sottoscritti da Giorgio Pasqua che prevedono il finanziamento per l’intero 2019 del servizio ASACOM e del trasporto studenti disabili e il  rifinanziamento degli interventi ex art 14 legge 328/2000, dei progetti individuali per disabili.

Sempre a firma di Pasqua l’emendamento che prevede la gratuità delle cariche nell’ambito dell’orchestra del Mediterraneo per i non musicisti (presidente, cda, revisori etc).

Oltre a svariati emendamenti abrogativi di articoli ritenuti anche incostituzionali, i principali emendamenti sottoscritti da Valentina Palmeri sono in ambito di rifiuti, aree protette ed energia distribuita: istituzione di un fondo destinato al sostegno dei costi affrontarti per lo smaltimento rifiuti dai comuni ‘virtuosi‘, che abbiamo raggiunto il 65 per cento di raccolta differenziata, e per la pianificazione degli studi in materia di rifiuti e bonifiche. Il fondo è alimentato dalle entrate del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani. Stanziamenti per le 27 riserve naturali affidate alle associazioni ambientaliste e all’ università di Catania, che, diversamente, non avrebbero soldi a sufficienza per il personale e per la gestione. Pubblicazione delle Linee guida regionali per l’integrazione architettonica e paesaggistica delle tecnologie dell’energia rinnovabile negli edifici nel territorio della Regione Siciliana.



Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  Il question time arriva all'Ars, Micciché: "Dialogo diretto tra deputati e governo"

Leggi anche:  Scicli, se commissariare una città per mafia significa umiliarla

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  L'Ars approva il taglio del 20% dei consiglieri comunali. Mistero Leotta: si dimette?

Succede

Leggi anche:  Disabili, ritardi sul decreto Cinque Stelle: "Subito bozza in commissione"