Naufragio dei bambini a Lampedusa: gip dice no all’archiviazione

Naufragio dei bambini a Lampedusa: gip dice no all’archiviazione
13 novembre 2017

Il gip di Roma, Giovanni Giorgianni, ha respinto la richiesta di archiviazione fatta dalla Procura della Repubblica di Roma dell’inchiesta sul naufragio avvenuto nell’ottobre del 2013 e dove morirono, secondo quanto emerso dall’indagine, circa 300 siriani, tra queste una sessantina di bambini

A sollecitare l’archiviazione erano stati i pubblici ministeri Francesco Scavo e Santina Lionetti. Al centro della vicenda processuale le indagini su quattro ufficiali della Marina e tre della Guardia Costiera. Ora le indagini dovranno proseguire.

Il giudice ha ordinato l’imputazione coatta per rifiuto di atti d’ufficio e omicidio colposo per Leopoldo Manna, comandante responsabile della sala operativa della Guardia Costiera, e per Luca Licciardi, comandante della sala operativa della Squadra Navale della Marina. Un supplemento di indagine di sei mesi è stato disposto per Catia Pellegrino, comandante della nave Libra.

La richiesta di archiviazione e’ stata accolta invece per le posizioni degli altri quattro indagati. ”Prendiamo atto della decisione del gip e siamo certi di poter provare la mancanza di responsabilità di Manna nella vicenda e più in generale la mancanza di responsabilita’ delle autorità italiane”, ha commentato l’avvocato Luca Ciaglia.

Leggi anche:  Messina Denaro, Ferla: "Gli abbiamo fatto terra bruciata intorno"


Commenti

La colonna infame