Rifiuti, riapre la discarica di Siculiana. Il punto sulla raccolta in Sicilia

Rifiuti, riapre la discarica di Siculiana. Il punto sulla raccolta in Sicilia
19 gennaio 2015

Riapre domani la discarica di Siculiana, in provincia di Agrigento. Gestita dal gruppo Catanzaro, è la discarica dove conferiscono i rifiuti i Comuni dell’agrigentino e gran parte di quelli trapanesi, tra cui Marsala. Torna dunque quasi tutto alla normalità per i Comuni che in questo mese di emergenza sono stati costretti a conferire a Catania, con un grande aggravio dei già salati costi. Nel frattempo il sottosegretario Delrio ha comunicato nella sua visita siciliana a Crocetta che non gli verranno conferiti i poteri straordinaria che lui ha chiesto. Insomma, la Sicilia non verrà commissariata. “Ce la dovete fare da soli, senza poteri e leggi speciali, facendo rientrare tutto nell’ordinario” ha detto Delrio, stanco di una gestione che va di emergenza in emergenza.

Oltre a Siculiana, sono sette le discariche abilitate a ricevere i rifiuti in Sicilia:  Catania (Sicula Trasporti), Motta Sant’Anastasia (Oikos), Castellana Sicula (Alte Madonie Ambiente), Sciacca (Sogeir), Trapani (Trapani Servizi), Gela (Ambiente Cl2) e Campobello di Mazara (Belice Ambiente). Quest’ultima però, che serve i Comuni della parte sud della provincia di Trapani, tra cui Castelvetrano e Mazara del Vallo, è quasi piena. Nuova emergenza in vista.

 



Commenti

La colonna infame