San Vito Lo Capo, scoperti altri varchi al mare abusivi

San Vito Lo Capo, scoperti altri varchi al mare abusivi
12 luglio 2015

San Vito Lo Capo protagonista di un’altra vicenda di violenza al paesaggio e alla costa. Sono stati infatti scoperti altri varchi al mare abusivi, dopo quello di Macari, che tante polemiche aveva suscitato (era stata addirittura spianata una scogliera…). A un migliaio di metri in linea d’aria dal precedente scempio della scogliera di Macari, una delle coste più belle e ancora vergini d’Italia, quella trapanese di San Vito lo Capo, subisce un nuovo sfregio: tre nuovi varchi abusivi sono stati infatti realizzati tra il Bue Marino e la baia di Santa Margherita, sempre a Macari, località balneare in cui non c’è una sola villetta. È una zona che sorge a metà strada fra Palermo e Trapani ed è sottoposta a rigorosissimi vincoli paesaggistici.

Da parte sua, il Sindaco Matteo Rizzo è  intervenuto attivando la procedura d’urgenza per una indagine amministrativa interna, “atta a verificare lo svolgimento delle attività che sono state avviate per la realizzazione di varchi non oggetto di concessione della propria amministrazione che non ha mai commissionato o autorizzato modifiche di pertinenza dell’area di particolare pregio ambientale”. 

Leggi anche:  Quanti bed and breakfast abusivi in Sicilia. Tasse evase in sei mesi per 10 milioni di euro


Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame