SR-Gela, stamattina incontro con Assessore Bosco e attori coinvolti: Controversia tra CAS e COSIGE preoccupa i sindacati

SR-Gela, stamattina incontro con Assessore Bosco e attori coinvolti: Controversia tra CAS e COSIGE  preoccupa i sindacati
12 agosto 2017

Riceviamo e pubblichiamo nota diramata dalla CGIL su una riunione che si è tenuta stamattina a Pozzallo (Ragusa) sul tema della Siracusa-Gela, delle cui criticità abbiamo parlato approfonditamente nel seguente articolo: La Siracusa-Gela rischia di diventare l’ennesima incompiuta siciliana.

Ecco la nota della CGIL dopo l’incontro con tutti gli attori interessati compresi l’assessore regionale alle infrastrutture Luigi Bosco e i vertici del Cas, il rappresentante della Cosige e dell’Anas.

“E’ stato un incontro interlocutorio che attesi gli elementi che sono emersi sono tutti in attesa di verifica.

E’ positiva una nostra valutazione su quanto emerso da questa riunione per la quale intendiamo ringraziare il neo assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Luigi Bosco, per la tempestività della convocazione sulla questione del completamento del lotto autostradale Rosolini – Modica, i parlamentari nazionali e regionali presenti nonché i sindaci dei comuni di Modica, Ispica, Scicli e Pozzallo, i vertici del Cas, il rappresentante della Cosige e dell’Anas per la loro partecipazione in una sorta di conferenza di servizio per la quale il sindacato starà a verificare sviluppi e la concretizzazione degli impegni.”

Questo è quanto dichiarato dai segretari generali di Cgil, Cisl, Uil (Scifo, Sanzaro, Bandiera) e dai segretari generali di comparto (Cascone,Gallo, Di Dio) in riferimento alla riunione svoltasi stamani a Pozzallo nella sala comunale del distaccamento di polizia locale.

Per il sindacato sono emerse alcune premesse che si muovono nella direzione di:

tutelare i posti di lavoro atteso che è stato assunto l’impegno che i lavori sul lotto autostradale Rosolini – Modica riprenderanno lunedì 21 agosto p.v.; che le interferenze decisive per sbloccare la linea dei lavori sul tracciato sono state risolte nella fattispecie l’esproprio Moresca, pali dell’Enel e Telecom e quelle con la Trenitalia; il Cas confluirà nelle casse dell’impresa Co.Si.Ge., nei prossimi giorni, le somme relative al pagamento degli ultimi due SAL per un importo complessivo di dodici milioni di euro nonché la contabilizzazione delle somme dovute all’Impresa per lavori extra per un ammontare di quattro milioni di euro; l’impegno assunto dall’ing. Andrea Lazzarotti, della Co.Si.Ge. che una parte delle somme ricevute dal CAS andranno a beneficio e a ristoro delle ditte subappaltatrici.

E’ del tutto evidente, rilevano i sindacati, che la controversia tra CAS e Co.Si.Ge. rimane in vita per un contenzioso, complesso e articolato, che potrebbe rischiare in futuro di condizionare in modo serio il completamento della struttura viaria e sul quale lavoreremo per appianarlo.

Si è preso, infine, atto dell’impegno dell’Assessore Bosco di convocare una conferenza di servizio, tra la fine di agosto e la prima settimana di settembre, con le parti in causa al fine di superare le difficoltà che ancora rimangono in vita e che al momento ostano un andamento normale per un efficace proseguo dei lavori da parte dell’impresa appaltante.

“E’ del tutto evidente- concludono i dirigenti sindacali confederali e di categoria, che ove dovessimo registrare ulteriori arretramenti rispetto agli impegni assunti dalle parti, il sindacato porrà in essere azioni eclatanti, malgrado il periodo ferragostano, che porrebbe fine a questa fase di concertazione che ha caratterizzato sinora i rapporti tra il sindacato, che gestisce sin dall’inizio la critica fase degli sviluppi legati ai lavori autostradali, il Cas e il Co.Si.Ge e tutti gli attori interessati ovvero il Ministero delle Infrastrutture, la Regione Siciliana e l’Anas”

Leggi anche:  Gela, presentata a Roma la Piattaforma Logistica Nazionale del Mediterraneo


Commenti

La colonna infame