Termini Imerese, ora spunta l’ipotesi Radiomarelli

Termini Imerese, ora spunta l’ipotesi Radiomarelli
27 luglio 2013

PALERMO – Alcuni investitori che fanno capo a Radiomarelli, società svizzera con sede a Lugano, sarebbero disponibili a rilanciare lo stabilimento Fiat di Termini Imerese e l’area industriale. Secondo quanto risulta all’ANSA, le trattative sarebbero in stato avanzato e il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, che sta seguendo l’operazione, potrebbe portare il dossier sul tavolo del ministero per lo Sviluppo all’inizio della prossima settimana.
Radiomarelli è stata tra le prime al mondo a produrre radio e televisori e nel tempo ha diversificato gli investimenti anche nel settore dell’energia rinnovabile; è presente in Italia, Romania, Spagna e Croazia.  La società, presieduta da Saverio Ciampi, in Sicilia è già impegnata in un’altra operazione, svolge il ruolo di general
contractor nel progetto della cooperativa Agro Verde per la realizzazione a Gela della più grande centrale in Europa per la produzione di energia elettrica dal fotovoltaico. (ANSA).

Leggi anche:  Blutec: "Pronti a produrre a Termini Imerese". Assunzioni per 250 ex Fiat


Commenti

La colonna infame