Campobello di Licata, TAR Sicilia annulla l’aumento della tassa sui rifiuti

Campobello di Licata, TAR Sicilia annulla l’aumento della tassa sui rifiuti
10 settembre 2019

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha impugnato la deliberazione comunale con la quale il Comune di Campobello di Licata, nell’Agrigentino, aveva stabilito la tariffa della tassa sui rifiuti (TARI).

“Un risultato storico e una sentenza che farà giurisprudenza. Quanto siamo riusciti ad ottenere a Campobello di Licata grazie alla partecipazione della cittadinanza coordinata dal gruppo locale del Movimento 5 Stelle, possiamo ottenerlo anche in altre città siciliane. Abbiamo stoppato un incremento folle della tassa sui rifiuti del comune di Campobello. Siamo molto soddisfatti”. A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle Matteo Mangiacavallo, Giovanni Di Caro e Francesco Cappello.

“È il 28 Marzo 2018 – spiegano i deputati – quando gli attivisti del Meetup 5 stelle Campobello di Licata assistono e trasmettono la diretta della seduta consiliare in cui si è votato all’unanimità l’aumento del costo della tari per circa il 30%. Un aumento che ha messo fortemente in crisi le famiglie e le attività commerciali della comunità. Così insieme al locale Meetup 5 Stelle coordinato da Giuseppe Sicilia, Roberto Casuccio, Salvatore Gravotta e Davide Lo Leggio e dal senatore Rino Marinello, abbiamo portato avanti un’azione legale contro tale delibera portando quindi il Comune di Campobello in Tribunale. Morale, oggi il Tar ci ha dato ragione. Ha annullato gli atti comunali impugnati, riconoscendo le ragioni dei ricorrenti. Nel caso di specie, il Comune di Campobello di Licata dovrà prendere atto di quanto stabilito nella sentenza, che dovrà essere eseguita tempestivamente dall’autorità amministrativa, ma in generale l’orientamento del TAR Sicilia costituirà sicuramente un precedente giurisprudenziale sul tema della tassa sui rifiuti. Infatti il Tar, con questa sentenza, ha indicato dei principi che tutte le Amministrazioni dovranno seguire prima di stabilire, di anno in anno, l’ammontare della TARI. Morale, siamo stati al fianco dei cittadini e abbiamo vinto. Un modello virtuoso di partecipazione dal basso che contiamo di estendere in tutta la Sicilia. Vogliamo ringraziare anche lo studio dell’avvocato Giurdanella che ha seguito il ricorso” – concludono i deputati. 

Leggi anche:  Acqua pubblica in Sicilia, approvata la legge all'Ars. Ecco cosa prevede


Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  La due giorni di Renzi in Sicilia: piazze blindate, accordi nell'ombra




Leggi anche:  La ferrovia Trapani - Palermo bloccata da quattro anni per una frana

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  La ferrovia Trapani - Palermo bloccata da quattro anni per una frana

Succede




Leggi anche:  Reina nominato responsabile dell'area Attività produttive di Confesercenti Sicilia