Cronaca

Notizie di cronaca siciliana con news da Palermo, news da Messina, Catania e da tutte le province siciliane

Davide Cervia: violato diritto verità, ministero della Difesa condannato
Cronaca

Davide Cervia: violato diritto verità, ministero della Difesa condannato

Il tribunale civile di Roma ha condannato il Ministero della Difesa a risarcire i familiari di Davide Cervia, l'esperto di guerra elettronica rapito a Velletri, vicino alla capitale, nel settembre 1990, per "avere violato il loro diritto alla verità". Lo rendono noto i legali della moglie e dei figli del tecnico, gli avvocati Alfredo Galasso e Licia D'Amico. Il risarcimento liquidato è stato pari a un euro, come richiesto simbolicamente da Marisa, Erika e Daniele Cervia. "Il diritto alla verità, finalmente, viene riconosciuto esistente - affermano i legali in una nota - nel nostro ordinamento, ed è definito come il diritto 'a chiedere e ad ottenere, dai soggetti che le detenevano, ogni notizia ed ogni informazione relativa al proprio congiunto, al fine della individuazione delle ragioni...
In un cartone animato la storia vera di due bambine italiane scampate a Auschwitz
Cronaca

In un cartone animato la storia vera di due bambine italiane scampate a Auschwitz

In occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria, la Rai annuncia la produzione dello special in animazione “La stella di Andra e Tati” che racconta la storia vera di due bambine italiane sopravvissute al campo di sterminio di Auschwitz. Intanto domani nella sala stampa di Rai in viale Mazzini a Roma sarà presentato il trailer. Un film di 26 minuti diretto dalla palermitana Rosalba Vitellaro e Alessandro Belli con i disegni di Annalisa Corsi, prodotto dalla Rai e Larcadarte, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che andrà in onda su Rai Gulp e sarà poi utilizzato come materiale didattico nelle scuole, anche in ricordo degli ottanta anni dalle leggi razziali fasciste emanate a partire dal settembre 1938. Le piccole Andra e Tat...
Beni confiscati: lavoratori costituiscono coop ma l’Agenzia non li riceve
Cronaca

Beni confiscati: lavoratori costituiscono coop ma l’Agenzia non li riceve

Hanno già formato una cooperativa per prendere in gestione la società Agrigas, nata sulle spoglie di due aziende confiscate alla mafia. Ma l'Agenzia ai Beni confiscati non risponde. Da agosto bussano alla porta della sede di Palermo, mandano richieste con la posta certificata alla direzione nazionale dell'Agenzia e al presidente del Tribunale, inviano sollecitazioni alla Prefettura, ma nessuno li convoca. Ieri una delegazione di lavoratori, assieme alla Filctem Cgil Palermo, si è recata nella sede palermitana di via Vann'Antò per chiedere spiegazioni. Ma anche questa volta non li hanno potuti ricevere. A denunciare i fatti sono gli 11 lavoratori di due imprese dell'area industriale di Carini di produzione e ingrosso di gas compressi e liquefatti, l'ex Centralgas, appartenu...
Cronaca

Riscossione Sicilia, sindacati scrivono ad Armao

I sindacati di categoria Fisac Cgil, Snalec Sinfub, Ugl credito e Unisin, hanno inviato una lettera all’assessore regionale all’economia , Gaetano Armao, chiedendo di accelerare il processo di liquidazione di Riscossione Sicilia, deliberato il 9 agosto scorso, e la stipula della convenzione col ministero dell’economia per trasferire le competenze per la riscossione all’ente nazionale AdEr- Agenzia delle Entrate - Riscossione, assicurando i livelli occupazionali. I sindacati chiedono ad Armao un incontro per affrontare la questione. “Ogni ritardo – sottolineano - costa alla Sicilia e ai suoi abitanti milioni di euro, quelli che vengono impegnati per mantenere Riscossione Sicilia spa fino alla sua liquidazione”. I sindacati chiedono che il governo regionale nomini in tempi brevi un nuo...
Mafia: Travaglio condannato per diffamazione a 3 magistrati
Cronaca

Mafia: Travaglio condannato per diffamazione a 3 magistrati

Il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio è stato condannato dal Tribunale di Roma per diffamazione ai danni di tre magistrati siciliani per un articolo sull'assoluzione degli imputati del processo sulla latitanza e la mancata cattura di Bernardo Provenzano. Lo rende noto Carlo Arnulfo, legale dei magistrati Mario Fontana, Wilma Mazzara e Annalisa Tesoriere. Il Tribunale ha disposto una provvisionale di 150 mila euro, riferisce l'avvocato, "una cifra mai vista", sostiene. I tre formavano il collegio - IV Sezione Penale - che giudicò gli ex ufficiali dei carabinieri Mario Mori e Mauro Obinu, accusati di favoreggiamento alla mafia nella persona del superboss e che vennero assolti. Nell'articolo del 16 ottobre 2016 Travaglio scrisse tra l'altro "ora abbiamo anche la 'cluster sente...
Cronaca

Scuola, Consiglio di Stato sospende ordinanza ministeriale sulla mobilità docenti

Il Consiglio di Stato ha commissariato il MIUR. I giudici di Palazzo Spada hanno accolto il ricorso degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti e "rilevato che l’Ufficio scolastico di Messina, nonostante le diffide presentate dai ricorrenti, non ha dato esecuzione all’ordinanza Cons. Stato, sez. VI, n. 4845 che, confermando il decreto presidenziale n. 3822/2017, accoglieva l’appello cautelare disponendo che il trasferimento dei ricorrenti appellanti debba essere effettuato presso la sede scelta e più coerente con il proprio profilo professionale" ha "ordinato al dirigente amministrativo dell’Ufficio scolastico di Messina di dare esecuzione allo jussum giudiziale entro 30 giorni dalla comunicazione della presente ordinanza, nominando fin d’ora, quale commissario ad acta, il Prefetto di Mes...
Mafia, operazione nell’agrigentino: 56 arresti
Cronaca, Notizie dalla Sicilia

Mafia, operazione nell’agrigentino: 56 arresti

I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno eseguito cinquantasei ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle famiglie mafiose di “Cosa Nostra” agrigentina. L’imponente blitz, ordinato nella notte dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo con il nome in codice “Operazione Montagna”, è stato eseguito da 400 militari, supportati da un elicottero, dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia e da unità cinofile. L’operazione ha di fatto disarticolato i mandamenti di Santa Elisabetta (Ag) e Sciacca (Ag) e sedici famiglie mafiose della provincia. Arrestato per concorso esterno in associazione mafiosa il Sindaco di San Biagio Platani (AG). Documentati stretti collegamenti con i vertici delle cosche di quasi tutta la Sicilia e...
Roberto Saieva nuovo procuratore generale a Catania
Cronaca

Roberto Saieva nuovo procuratore generale a Catania

Si è insediato a Catania il nuovo Procuratore Generale della Corte d'appello, Roberto Saieva. E' stato nominato dal Plenum del Consiglio superiore della magistratura Subentra a Salvatore Scalia che ha lasciato per sopraggiunti limiti d'età. La cerimonia si è tenuta dell'aula delle Adunanze del Palazzo di Giustizia del capoluogo etneo. Saieva, agrigentino, 65 anni, magistrato di VII valutazione di professionalità, arriva da Cagliari dove ricopriva lo stesso incarico. Prima del trasferimento nel capoluogo sardo, Saieva aveva guidato la Procura di Nuoro e, dal 2009 al 2015, quella di Sassari. In precedenza, il magistrato era stato al vertice della Procura di Patti, in provincia di Messina. Saieva, che ha fatto parte della Direzione nazionale antimafia, nel suo curriculum vanta una lunga pe...
Cronaca

Autobus si ribalta in autostrada, 15 feriti

Un autobus si è ribaltato questa mattina intorno alle 6 nei pressi dello svincolo dell’Autostrada A2 di Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria. Si tratta di un pullman della Baltur, partito da Urbino con a bordo 45 persone e diretto a Catania, che si è ribaltato sul fianco sinistro. Quindici passeggeri sono stati trasportati in ospedale, fra cui due donne ricoverate in prognosi riservata, che non sarebbero in pericolo di vita. L'autostrada è rimasta chiusa al transito per circa 40 minuti. Sono in corso da parte della Polizia Stradale di Villa San Giovanni gli accertamenti per stabilire la dinamica dell’incidente.
Ascolta musica con le cuffiette, urtato da un treno
Cronaca

Ascolta musica con le cuffiette, urtato da un treno

E' rimasto ferito alle mani e al volto un sedicenne urtato alla stazione di Rodallo, Torino, mentre attendeva il treno regionale della linea Chivasso-Aosta. L'incidente è avvenuto nella tarda serata di ieri e il sedicenne ha riportato fratture alle mani e contusioni al volto. E' stato trasportato all'ospedale di Chivasso. Non è chiara ancora la dinamica di quanto accaduto: il giovane era sulla banchina e aveva probabilmente gli auricolari e ascoltava musica dal cellulare e inavvertitamente potrebbe aver oltrepassato la linea gialla. Quindi, non accorgendosi del treno che stava arrivando, è stato colpito. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia ferroviaria.
Mafia a Ostia, Spada resta in carcere: utilizzato metodo mafioso
Cronaca

Mafia a Ostia, Spada resta in carcere: utilizzato metodo mafioso

Resta in carcere Roberto Spada, autore dell'aggressione a un giornalista della Rai. Lo ha deciso il gip Anna Maria Fattori che nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ha riconosciuto l'aggravante del metodo mafioso. L'aggressione brutale messa in atto da Roberto Spada in un luogo pubblico, davanti a telecamere e testimoni, voleva riaffermare la propria forza e capacità di intimidazione. E' questo, sostanzialmente, il ragionamento seguito dal gip di Roma nell'ordinanza di custodia con cui ha riconosciuto l'aggravante mafiosa ribadendo il carcere nei confronti di Spada. Un modus operandi, per il giudice, con cui Spada ha voluto ribadire il proprio potere in un territorio caratterizzato da uno stato di assoggettamento e da una garanzia di impunità. "Quella testata è stata da...