Categories: News SiciliaNotizie

Ismett, la Giunta regionale delibera il rinnovo della convenzione

La giunta regionale siciliana ha deliberato  l’accordo tra la Regione e l’Istituto Mediterraneo per i Trapianti (Ismett) per il rinnovo della convenzione che, come abbiamo raccontato, era scaduta lo scorso 31 dicembre ed era stata rinnovata poi fino al 31 marzo scorso.
I principali punti sono  la conferma dei 100 posti letto e i 93 milioni di budget annuali, la ristrutturazione innovativa della tecnologia e della ricerca attraverso i fondi Ue, il rilancio dell’attività trapiantologica con una campagna di informazione sulla cultura delle donazioni, il trasporto degli organi a cura del servizio 118 e la mobilità del personale che verrà definito entro il 31 dicembre 2015.
Nell’ultimo incontro Ismett – Regione, alla presenza del presidente  Rosario Crocetta e dell’assessore alla Salute, Lucia Borsellino sono state decise «le direttrici principali sulle quali dovrà essere predisposto il nuovo accordo, nell’ottica del nuovo piano delle attività di trapianto e alta specializzazione per il quale è nata al partnership pubblico-privata, nell’ottica di una riqualificazione dell’intero sistema sanitario regionale».

A tutte le prestazioni erogate da Ismett, sia mediche sia chirurgiche, continuerà ad essere riconosciuta una remunerazione del 37 per cento in più rispetto a quelle delle altre strutture in funzione proprio dell’alta specialità e dell’attività di ricerca, ma ” a Ismett – precisa l’assessore Borsellino – è stato chiesto di cercare di ridurre ancora di più la mobilità passiva, ovvero i viaggi della speranza che ancora i siciliani fanno per i trapianti fuori regione” e contemporaneamente “la Regione si impegna insieme a Ismett a promuovere la donazione ancora troppo bassa nell’Isola”.

Dal 2004 l’Istituto è costato quasi un miliardo di euro: il valore degli interventi si attesta intorno al 30 per cento rispetto al budget, il resto è riconosciuto per l’alta specialità, i costi di gestione, l’attività di ricerca e formazione. Negli ultimi anni c’è stata una stretta. Se nel 2004 l’Ismett aveva prodotto prestazioni per 14 milioni 802 mila euro incassando 54 milioni e mezzo (il 73 per cento in più), nel 2013 gli interventi sono saliti a 35 milioni 499 mila euro e il rimborso è di 88 milioni 350 mila, con una forbice del 60 per cento. La sfida è aumentare le prestazioni a budget invariato.

redazione

Leave a Comment

Recent Posts

Vaccini, in Sicilia in caso di rifiuto di AstraZeneca si può avere Pfizer o Moderna

In caso di rifiuto di AstraZeneca si può avere Pfizer o Moderna. Da oggi (giovedì 13), nelle more che il… Read More

16 ore ago

Covid: da Cts parere negativo a vaccino AstraZeneca per under 60

Il Comitato tecnico scientifico (il Cts) non ha dato parere positivo all’utilizzo del vaccino AstraZeneca nella fascia d’età under 60.… Read More

1 giorno ago

AstraZeneca, Sicilia cede i vaccini rifiutati dagli over60 a Veneto e Puglia

Le dosi di AstraZeneca rifiutate dagli over60 di Sicilia, Campania e Calabria verranno distribuite in altre regioni del Nord. Il Veneto… Read More

2 giorni ago

La guerra del pesce, altra aggressione ai pescherecci mazaresi. Questa volta i turchi

La guerra del pesce continua e nel mirino ci sono sempre i pescherecci mazaresi costretti ad allontanarsi parecchio dalle coste… Read More

3 giorni ago

Covid: centri commerciali aperti nel weekend dal 22 maggio e coprifuoco alle 23

Resta il coprifuoco, anche se sarà posticipato molto probabilmente alle 23; il settore del wedding ripartirà a metà giugno mentre… Read More

3 giorni ago

Covid, in Sicilia vaccinazione di massa nei piccoli comuni montani

«Dopo le isole minori, anche nei piccoli Comuni montani cominceremo nei prossimi giorni la campagna di vaccinazione generalizzata. Si inizierà… Read More

4 giorni ago

This website uses cookies.