Categories: Politica & retroscena

Comuni: amministrative a settembre per 42 enti locali siciliani

Slitteranno in autunno le elezioni amministrative nei 42 Comuni siciliani che sarebbero dovuti andare al voto in primavera. Il permanere del contagio nell’Isola, oltre all’aumento della diffusione delle varianti, ha convinto il governo regionale guidato da Nello Musumeci ad approvare un disegno di legge con il quale, così come a livello nazionale, si rinviano le consultazioni in una data compresa tra il 15 settembre e il 17 ottobre.

Slittamento delle consultazioni anche per i Comuni sciolti per mafia.
    Per armonizzare le elezioni con quelle delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi comunali è stato previsto, inoltre, che queste ultime si tengano entro sessanta giorni dalla proclamazione degli eletti nella tornata delle comunali.
    La proposta dell’assessore alle Autonomie locali Marco Zambuto, adesso, verrà inviata all’Assemblea regionale siciliana per essere esaminata prima dalla Commissione di merito e poi dal Parlamento.


    Nella provincia di Agrigento, cinque i Comuni alle urne: Canicattì, Favara e Porto Empedocle che contano più di 15 mila abitanti e dunque votano col sistema proporzionale; Montallegro e Montevago che votano con il sistema maggioritario. Nel Nisseno, al voto gli abitanti di San Cataldo (sciolto per infiltrazioni mafiose, voterà col sistema proporzionale) e Vallelunga Pratameno (maggioritario).
    Cinque i Comuni del Catanese: Adrano, Caltagirone e Giarre (proporzionale), Grammichele e Ramacca (maggioritario).
    Barrafranca e Calascibetta sono i due Comuni dell’Ennese alle urne con il sistema maggioritario.
    Ampio il numero dei Comuni messinesi al voto col sistema maggioritario: Antillo, Capo d’Orlando, Caronia, Falcone, Ficarra, Galati Mamertino, Gioiosa Marea, Mistretta (sciolto per infiltrazioni mafiose), Patti, Rodì Milici, San Marco D’Alunzio, Sant’Angelo di Brolo, Terme Vigliatore e Torregrotta.
    Cinque invece i Comuni palermitani: Alia, Montelepre, San Cipirello (sciolto per infiltrazioni mafiose), San Giuseppe Jato e Terrasini (tutti col maggioritario).
    Ferla, Sortino, Lentini, Noto e Pachino (sciolto per infiltrazioni mafiose) i Comuni della provincia di Siracusa che andranno alle urne, i primi due con il sistema maggioritario e gli altri con il proporzionale.
    Infine, nel Trapanese, elezioni per Alcamo (proporzionale) e Calatafimi-Segesta (maggioritario). A questi si aggiungono altri due enti sciolti per infiltrazione mafiosa, per i quali le elezioni erano state già indette per il 2 e 3 maggio: Vittoria in provincia di Ragusa (che vota con il proporzionale) e San Biagio Platani, nell’Agrigentino. (ANSA).
   

redazione

Leave a Comment

Recent Posts

AstraZeneca, Sicilia cede i vaccini rifiutati dagli over60 a Veneto e Puglia

Le dosi di AstraZeneca rifiutate dagli over60 di Sicilia, Campania e Calabria verranno distribuite in altre regioni del Nord. Il Veneto… Read More

23 ore ago

La guerra del pesce, altra aggressione ai pescherecci mazaresi. Questa volta i turchi

La guerra del pesce continua e nel mirino ci sono sempre i pescherecci mazaresi costretti ad allontanarsi parecchio dalle coste… Read More

2 giorni ago

Covid: centri commerciali aperti nel weekend dal 22 maggio e coprifuoco alle 23

Resta il coprifuoco, anche se sarà posticipato molto probabilmente alle 23; il settore del wedding ripartirà a metà giugno mentre… Read More

2 giorni ago

Covid, in Sicilia vaccinazione di massa nei piccoli comuni montani

«Dopo le isole minori, anche nei piccoli Comuni montani cominceremo nei prossimi giorni la campagna di vaccinazione generalizzata. Si inizierà… Read More

3 giorni ago

Centro direzionale della Regione, stop al progetto. M5S: “Avevamo ragione”

“Lo stop all’iter progettuale e di conseguenza alla realizzazione del mega centro direzionale che la Regione Siciliana voleva costruire a… Read More

3 giorni ago

Bandiere blu, in Sicilia due new entry: ora sono 10

Aumentano a 201, quest'anno, le località rivierasche (dalle 195 del 2020) che assieme a 81 porti turistici (erano 75 l'anno… Read More

3 giorni ago

This website uses cookies.