Bimba muore improvvisamente a scuola: sarebbe stato un malore

Sarebbe stato un malore a provocare la morte della bimba di 10 anni a scuola. Non avrebbe dunque sbattuto la testa, come è stato scritto in un primo momento.

La bimba, M.E. frequentava la prima media dell’istituto Vittorio Emanuele Orlando di via Lussemburgo a Palermo.  Secondo una prima ricostruzione, la bambina si sarebbe accasciata improvvisamente. L’ipotesi, dunque, è che a stroncarla sia stato un malore. Una tragedia che non sarebbe avvenuta in palestra o battendo la testa, come ha precisato la dirigente scolastica Virginia Filippone, che rimanda agli accertamenti dei carabinieri ogni dettaglio sulla dinamica e sulle cause della morte. La scuola, intanto, annuncia attraverso il suo sito internet che domani le lezioni saranno sospese per lutto.

Leggi anche:  La mostra fotografica itinerante per il trentennale della Dia

Bimba si accascia: i tentativi di rianimarla

I primi a tentare di rianimare l’alunna sono stati gli insegnanti. Subito la dirigente scolastica ha chiamato i sanitari del 118, ma per la bambina che frequentava la prima media, non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di San Lorenzo e il medico legale. L’autorità giudiziaria ha deciso di far eseguire l’autopsia sul corpo della piccola.

Della notizia è stata informata la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che esprime “profondo cordoglio e dolore” per la tragedia e la “massima vicinanza alla famiglia”. Ha poi reso noto che il ministero ha già avviato tutti gli accertamenti del caso.

Leggi anche:  La mostra fotografica itinerante per il trentennale della Dia

“Si tratta di una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città – commenta il sindaco Leoluca Orlando -. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo dell’Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell’esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.