I ragazzi raccontano la Santuzza, a Capaci il cuntu di Santa Rosalia

I ragazzi raccontano la Santuzza, a Capaci il cuntu di Santa Rosalia
28 agosto 2019

A Capaci si cunta u cuntu di Santa Rosalia. E gli attori saranno i ragazzi del luogo. Il 3 settembre, alle 21, in piazzetta Santa Rosalia, sotto lo sguardo benevolo della Santuzza andrà in scena lo spettacolo, aperto al pubblico. Il testo e la regia sono di Maria Ansaldi, i costumi di Francesco Davì. L’evento è promosso dal comune di Capaci con il sindaco Pietro Puccio e dall’associazione Conti Pilo e da I Teatantranti Instabili,  associazione culturale e di teatro amatoriale.

Gli attori sono proprio i “Piccoli Teatranti” giunti al quarto anno di laboratorio. A loro il compito difficile di rappresentare il male, la peste che affliggeva e affligge ancora oggi in altre forme la Sicilia. Alla santuzza il compito di individuarlo ed estirparlo oggi come allora. La Santuzza sarà interpretata da un’attrice emergente che fa parte del vivaio dei teatranti, Annagiulia Testaverde. Ad accompagnare e incorniciare la messainscena anche il ballo delle vergini affidato a Clara Lombardo.

“Siamo orgogliosi del nostro gruppo di ragazzi – dice il presidente de I Teatranti Instabili Giuseppe Costanzoche sempre più innamorato del teatro, continua a grandi passi il percorso di conoscenza intrapreso”. A Capaci il culto della santa è radicato da anni,  la stessa regista, insieme alla sorella Francesca Ansaldi,  ricorda la festività e l’impegno profuso nella realizzazione di questa.Ricordiamo la discesa della santa dal santuario ubicato nella montagna, suggestivo scorcio carico di spiritualità che merita di essere visitato”, dicono Maria e Francesca Ansaldi. E ricordano anche il padre adoperarsi per realizzare la tradizionale volata degli angeli all’arrivo della santa. Uno spettacolo ricco di emozioni, “facevo l’angelo mi sedevo accanto a lei in processione. Era un esperienza bellissima: le tenevo la mano tutto il tempo sapevo che era una statua ma per me in quel momento era una ragazza in carne ed ossa e le tenevo la mano” dice Mariapia Greco, vicepresidente de I Teatranti Instabili. Ad animare la rappresentazione del cunto ci sarà il gruppo folk di Capaci I pupi ri zuccaru, formato da Arturo Di Natale alla chitarra, Pino Ferrara alla fisarmonica, Clara Rappa e Lisa Croce alla voce , special guest Antonio Rizzuto alle percussioni.

Leggi anche:  Sicilia Seafood: un seminario su qualità, marketing e valore aggiunto


Leggi anche

Commenti

Leggi anche:  La spiaggia più bella in Italia? L'isola dei Conigli a Lampedusa




Leggi anche:  Fud Bottega Sicula vince Semiofood, premio alla migliore comunicazione enogastronomica

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  Fud Bottega Sicula vince Semiofood, premio alla migliore comunicazione enogastronomica

Succede




Leggi anche:  La Sicilia sarà capitale internazionale dell'Astrofisica