• Sequestrate le cartelle cliniche della Clinica Candela a Palermo

La Procura di Palermo sta indagando sulla morte di una donna di 39 anni, Candida Giammona, e del suo bambino; la vittima era ricoverata per il parto nella clinica Candela e durante l’intervento era stata trasferita d’urgenza nell’ospedale Buccheri La Ferla, sempre a Palermo; il neonato invece era stato trasportato nell’ospedale Civico. I familiari hanno presentato una denuncia.

I magistrati hanno disposto il sequestro delle cartelle cliniche. La donna lascia il marito e una bambina di 2 anni. Cordoglio su Fb, motoclub della Sicilia si stringono attorno a familiari della donna, appassionata di motociclismo. (ANSA).

https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2021/01/6TP_2914-1030x686-1-1024x682.jpghttps://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2021/01/6TP_2914-1030x686-1-150x150.jpgredazioneProvince siciliane
Sequestrate le cartelle cliniche della Clinica Candela a Palermo La Procura di Palermo sta indagando sulla morte di una donna di 39 anni, Candida Giammona, e del suo bambino; la vittima era ricoverata per il parto nella clinica Candela e durante l'intervento era stata trasferita d'urgenza nell'ospedale Buccheri La...