Lo denuncia il parlamentare regionale 5 stelle Giampiero Trizzino che ha presentato un ddl all’Ars per mettere rigidi paletti alle autorizzazioni