Tag: Disoccupazione

Al Sud tre volte la disoccupazione del Nord, Sicilia maglia nera
Lavoro, Notizie dalla Sicilia

Al Sud tre volte la disoccupazione del Nord, Sicilia maglia nera

Nel 2018 la disoccupazione si riduce in tutta Italia ma i divari rimangono accentuati: il tasso nel Mezzogiorno (18,4%) è quasi tre volte quello del Nord (6,6%) e quasi il doppio di quello del Centro (9,4%). Lo ha reso noto l'Istat. Nel complesso, il 2018 si caratterizza per un incremento dell'occupazione simile nelle tre ripartizioni. Il tasso di occupazione dei 15-64enni aumenta nel Nord di 0,6 punti, nel Centro e nel Mezzogiorno di 0,5 punti. Tuttavia, mentre nel Centro-nord il tasso di occupazione raggiunge livelli superiori a quelli del 2008, arrivando al 67,3% nel Nord e al 63,2% nel Centro, nel Mezzogiorno è più basso di 1,5 punti percentuali (44,5%). In confronto al 2017, nel Nord il tasso di occupazione sale in tutte le regioni: gli incrementi più elevati si segnalano in E...
Politica & retroscena

Armao: “In Sicilia aumenta il Pil e diminuisce la disoccupazione”

In Sicilia, tra il 2008 e il 2016, la crescita delle tasse per i contribuenti si è accompagnata ad una diminuzione della spesa dello Stato per servizi e investimenti. In termini pro capite, le entrate del settore pubblico a fronte delle spese erogate sono state inferiori per meno di mille euro negli ultimi tre anni (-995), ma erano inferiori per -2.176, otto anni prima. Nell’Isola, cioè, come pure nel Meridione, il residuo fiscale negativo è fortemente diminuito poiché si è andata sempre più assottigliando la spesa pubblica rispetto al prelievo. Al contrario, negli ultimi anni, le regioni del Centro-Nord, che registrano un residuo fiscale positivo (entrate maggiori delle spese per 2.558 euro), hanno visto ridursi tale saldo (era di 3.118 euro nel 2008) perché quote crescenti del prel...
Garanzia Giovani? In Italia dopo tre anni è un flop. Lo dice la Corte dei conti europea
Lavoro, Notizie

Garanzia Giovani? In Italia dopo tre anni è un flop. Lo dice la Corte dei conti europea

Garanzia Giovani? In Italia è un flop. Lo dice la Corte dei Conti europea.  In pratica, Garanzia Giovani in Italia non decolla. Lo certifica la Corte dei conti europea. Il programma istituito da Bruxelles per favorire l’inserimento lavorativo degli under 25 (che in Italia però arriva è fino ai 29 anni) non inserisce affatto. Dei sette Paesi esaminati (Irlanda, Spagna, Francia, Croazia, Italia, Portogallo, Slovacchia) il nostro – spiega oggi Repubblica – ha la percentuale più bassa: il 31%, contro una media dell’80% e un altissimo 90% in Francia. A questi rilievi specifici sull’Italia se ne aggiunge poi uno più generale. L’obiettivo principale di Garanzia Giovani, che ha impegnato risorse per 6,4 miliardi di euro e per il quale adesso la Ue si appresta a varare un ulteriore finanziame...
News Sicilia

A Trapani il record siciliano di disoccupati

Trapani - Cresce del 4,5 per cento il numero dei disoccupati in provincia di Trapani. La Cgil lancia l’allarme sull’inarrestabile crisi occupazionale nel trapanese, territorio in cui, nel 2016, la percentuale di disoccupati è stata maggiore rispetto alle altre province siciliane. Secondo gli ultimi dati Istat, aggiornati al 31 dicembre 2016 e analizzati dal Dipartimento sviluppo economico della Cgil di Trapani, nel 2015 i disoccupati sono stati, nel territorio, 24 mila, pari al 16,7 per cento, mentre nel 2016 sono passati a 31 mila raggiungendo la percentuale del 21,2 per cento. “I dati – dice il segretario generale della Cgil Filippo Cutrona – sono sconfortanti e fotografano un territorio che non solo non mostra alcun segno di ripresa, ma che più di ogni altro sta subendo gli effetti d...
News Sicilia, Notizie

Sicilia, disoccupazione al 21,9%. I dati di Bankitalia

In Sicilia nei primi sei mesi dell'anno il tasso di disoccupazione resta fra i piú alti d'Italia: risulta pari al 21,9%, il doppio rispetto alla media nazionale 11,8%. Eppure da gennaio a giugno 2016 nell'Isola aumentano gli occupati: sono oltre 25 mila in piú (+1,9%) rispetto allo stesso periodo dell'anno 2015. Lo rivela Bankitalia nel rapporto semestrale sull'economia della Sicilia. Secondo lo studio la crescita degli occupati ha riguardato soltanto il settore dei servizi (+3,8%) e in particolare il commercio, gli alberghi e i ristoranti, a fronte di un calo nella amministrazione pubblica e nella difesa, in agricoltura, nell'industria in senso stretto e nelle costruzioni. Secondo l'analisi, nei primi 9 mesi dell'anno il ricorso alla cassa integrazione da parte delle imprese siciliane è d...
News Sicilia, Notizie

Sicilia: Regione, nel 2015 Pil +0,2% . Rendiconto generale, disoccupazione in calo a quota 21,4%

Secondo i dati contenuti nel rendiconto generale della Regione siciliana per il 2015 approvato dal governo Crocetta, la Sicilia è uscita dalla fase di recessione: dopo otto anni negativi con una flessione complessiva di 13 punti, il prodotto interno lordo (Pil) dell'isola ha chiuso in rialzo dello 0,2%. Una crescita tuttavia dimezzata rispetto a quella preventivata dall'assessore regionale all'Economia, Alessandro Baccei, nella nota di aggiornamento del Dpef 2016-2018, dove era stato stimato un rialzo dello 0,4%. La Regione registra "una evidente inversione di tendenza" nel mondo del lavoro in Sicilia: nel 2015 si è registrato un aumento degli occupati del 2,3% con un tasso al 40%, contro il 39% dell'anno precedente "e con un tasso di disoccupazione - si legge nel documento - che continua ...
Lavoro, News Sicilia, Notizie

Lavoro in Sicilia, la Regione maglia nera d'Europa

Lavoro in Sicilia, la Regione maglia nera d'Europa.  Il tasso di occupazione in Sicilia delle persone tra i 20 e i 64 anni (42,4% nel 2014) è il più basso di tutte le regioni europee. Lo si legge nell'Eurostat Regional Yearbook 2015, nel quale si sottolinea che in Italia c'è un divario di oltre trenta punti tra l'area con il tasso di occupazione più alto (Bolzano, al 76,1%) e, appunto, la Sicilia. Male anche Puglia, Campania e Calabria - Su appena sei regioni in Europa con il tasso di occupazione tra i 20 e i 64 anni inferiore al 50% - sottolinea Eurostat - quattro sono in Italia, Puglia (con il 45,7%, ndr), Campania (42,7%), Calabria (42,6%) e Sicilia mentre una è in Spagna (Ceuta) e una in Grecia ((Dytiki Ellada). Il dato è legato anche alla scarsissima occupazione femminile con appena...
Artigianato, La Cna: l’emorragia di imprese è senza fine
News Sicilia

Artigianato, La Cna: l’emorragia di imprese è senza fine

CATANIA - Le imprese del mondo dell’artigianato sono travolte da una crisi senza fine e Catania ha il triste primato siciliano di essere la città dove gli artigiani non riescono proprio a sopravvivere. La maglia nera delle aziende artigiane che chiudono i battenti va quindi alla città etnea che si piazza sul gradino più alto di questo triste podio con ben 113 attività che hanno dichiarato fallimento nei primi sei mesi nel 2013. Ma non solo: Catania è al secondo posto per concordati (41), preceduta solo da Palermo (99). A diffondere i dati è la sezione etnea della Cna, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, elementi che sono stati ricavati dall’Osservatorio regionale sull’Artigianato e risultano davvero allarmanti. Numeri che rappresentano lo stato di ...
News Sicilia

Chiuse a Trapani 3000 aziende negli ultimi 3 anni

TRAPANI - "La crisi occupazionale di Trapani tocca punte a dir poco allarmanti. Sono ben 3 mila le aziende che hanno chiuso i battenti negli ultimi 3 anni, oltre il 14% il tasso di disoccupazione, solo il 42% il tasso di occupazione. La crisi, ormai, non risparmia nessun settore tanto da diventare una vera e propria emergenza sociale come dimostra l'ennesimo suicidio di un giovane disoccupato ieri a Trapani". A snocciolare i numeri della crisi all'indomani del suicidio del 27enne impiccatosi perche' senza lavoro, e' Mimmo Milazzo, segretario Cisl Palermo-Trapani.   "Il territorio -spiega- soffre della mancanza delle grandi industrie, il tessuto imprenditoriale e' composto da sole aziende a conduzione famigliare ormai tutte in crisi. L'unico modo per rilanciare l'economia e' contrast...
News Sicilia

Disoccupazione in crescita in Sicilia

Seppure sia prevista una flessione del trend negativo per il 2012, per i lavoratori o per chi cerca occupazione al  Sud è un periodo tutt’altro che facile: 42 mila posti di lavoro in meno (-1,7%). E’ quanto emerge dall’indagine Excelsior di Unioncamere e ministero del Lavoro che raccoglie le previsioni di assunzione delle imprese nell’industria e nei servizi. Le province siciliane fanno registrare, tutte un calo dell'occupazione al di sotto della media nazionale, che di -1.1%. Il primato va ad Enna, Ragusa e Siracusa dove il saldo tra le entrate e le uscite si attesta a quota -3%. Messina, Catania, Caltanissetta e Agrigento si attestano su un -2%. Seguono a ruota Palermo (-1,8%) e Trapani (-1,6%). (...