giovedì, aprile 22

Tag: lavoratori

Le assunzioni allegre dell'Airgest, la società che gestisce l'aeroporto di Trapani

Lavoro, News Sicilia, Notizie
Non è un periodo facile per l'Airgest, la società che gestisce l'aeroporto "Vincenzo Florio" di Trapani Birgi. Da quanto la Provincia è stata cancellata, e la Regione Siciliana è subentrata acquisendo le quote di maggioranza della società, mancano molti riferimenti. Ryanair, se da un lato si siede al tavolo con il governo Renzi e promette di sviluppare ancora di più il mercato italiano, sembra sempre più orientata a declassare la base di Birgi, preferendo di gran lunga il più appetitoso bacino di Palermo. E, come abbiamo raccontato più volte, la situazione economica non è affatto florida. Facendo un veloce riepilogo i numeri sono questi: dopo aver chiuso con un utile di un milione e mezzo di euro il 2013, ha chiuso gli ultimi due con una netta inversione di tendenza. Nel 2014 le perdite ha...

Ipab Sicilia, la Regione vuole eliminare le opere pie. Protestano i dipendenti

Lavoro, News Sicilia, Notizie
Ipab Sicilia al capolinea. La Regione vuole infatti eliminare, per troppi debiti, le opere pie. Ma i dipendenti protestano.  Gli Ipab, strutture di pubblica assitenza e beneficenza,  hanno un buco di oltre 35 milioni di euro che cresce di circa un milione e mezzo ogni anno, una platea di 2.000 dipendenti di cui 750 a tempo indeterminato, con ritardi nel pagamento degli stipendi che arrivano anche a sfiorare i due anni. Il piano di tagli dell'assessore all'Economia, Alessandro Baccei, prevede di mantenere in vita, tra le 139 rimaste, solo quelle più grandi, cioè con un volume di bilancio di almeno 500 mila euro e che svolgono ancora attività. Le altre saranno liquidate e il personale sarà trasferito agli enti locali. Dovrebbero essere una sessantina le strutture che resteranno in vita.  Ma ...
Precari degli enti locali, la Regione Sicilia istituisce un tavolo di crisi

Precari degli enti locali, la Regione Sicilia istituisce un tavolo di crisi

News Sicilia
PALERMO - Un tavolo di crisi regionale, cui partecipa oltre alla Presidenza, l'assessorato alla Funzione pubblica, al Lavoro, l'Anci e rappresentanze sindacali per affrontare il destino dei 18.500 precari degli enti locali siciliani. Lo ha annunciato il presidente della Regione Rosario Crocetta. «Già lunedì - dice il governatore - si riunirà per affrontare le prime emergenze in modo tale da presentare al governo nazionale delle proposte concrete. La mia idea è una proposta di legge, un emendamento da inserire nel decreto sulla stabilità, che possa correggere gli errori che sono stati fatti nel testo approvato. Noi faremo una battaglia dura, saremo al fianco dei precari e vogliamo assolutamente riaprire questa partita. È improponibile che da un lato non si possa più assumere, e dall'altro s...
Formazione professionale, oltre 2500 esuberi in Sicilia: i dettagli ente per ente

Formazione professionale, oltre 2500 esuberi in Sicilia: i dettagli ente per ente

News Sicilia
PALERMO - Oltre 2500 gli esuberi nella Formazione professionale (2525 in tutto), la crisi del settore assume contorni sempre più drammatici, e a questi numeri bisogna aggiungere i 1.780 lavoratori degli Sportelli multifunzionali, per i quali è stata trovata una soluzione tampone per soli 6 mesi con l'affidamento del servizio in house providing al Ciapi di Priolo, e la crisi della filiera dell'obbligo (circa 1.800 operatori coinvolti), che non percepiscono la retribuzione da circa 20 mesi e che non hanno, ancora ad oggi, certezze sull'avvio delle attività. In particolare, secondo il grafico fornito dalla Cisl,  vi sono i 623 lavoratori licenziati per esuberi strutturali (56 dall'Ancor, 47 dall'Aram, 173 dall'Anfe regionale e 347 dal Cefop); i 61 lavoratori licenziati da enti esclusi dall'Av...
Edili in piazza a Palermo, ma la Regione rifiuta il confronto

Edili in piazza a Palermo, ma la Regione rifiuta il confronto

News Sicilia
PALERMO - Muniti di fischietti, tamburi, striscioni, elmetti gialli e bandiere, oltre 5mila lavoratori, imprenditori e disoccupati edili provenienti da ogni parte dell'Isola hanno paralizzato ieri il traffico nel Centro di Palermo, fino a Palazzo D'Orleans. Obiettivo della «Giornata di mobilitazione unitaria del settore costruzioni» - proclamata da Ance Sicilia, Aniem Confapi, Cidec, Cna Costruzioni, Anaepa Confartigianato, Legacoop, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil - era chiedere alla Regione misure urgenti, quali: il pagamento alle imprese dei debiti delle pubbliche amministrazioni, pari a 1,5 miliardi di euro; l'uso dei fondi Ue; l'allentamento del Patto di stabilità; un piano regionale straordinario di piccole opere immediatamente cantierabili, di competenza degli enti locali. L'in...