domenica, aprile 18

Tag: mafie

Giornata della Memoria, Mattarella: “Estirpare le mafie possibile e necessario”

Giornata della Memoria, Mattarella: “Estirpare le mafie possibile e necessario”

Notizie dalla Sicilia
"Estirpare le mafie è possibile e necessario. L’azione di contrasto comincia dal rifiuto di quel metodo che nega dignità alla persona, dal rifiuto della compromissione, della reticenza, dell’opportunismo". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un comunicato diffuso in occasione della "Giornata nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie". "La memoria - afferma Mattarella - è radice di una comunità. Fare memoria è condizione affinché la libertà conquistata continui a essere trasmessa e vissuta come un bene indivisibile. Ecco perché ricordare le donne e gli uomini che le mafie hanno barbaramente strappato alla vita e all’affetto dei loro cari, leggerne i nomi, tutti i nomi, non costituisce soltanto un dovere civico...
Mafie, Angelosanto (Ros): attenzione ai pentiti autorizzati dalle cosche

Mafie, Angelosanto (Ros): attenzione ai pentiti autorizzati dalle cosche

Notizie dalla Sicilia
Pasquale Angelosanto, Generale di Divisione, Comandante del Raggruppamento Operativo Speciale dei Carabinieri, ha tenuto una lezione dal titolo “L’analisi di intelligence per il contrasto alle mafie” durante il Master in Intelligence dell’Università della Calabria, diretto da Mario Caligiuri. Angelosanto, ha introdotto il tema evidenziando «la strettissima relazione che intercorre tra le indagini complesse - come quelle che mirano alla disarticolazione di organizzazioni criminali - e l’intelligence quale “attività che si sostanzia nella ricerca ed elaborazione di informazioni” e che risponde, in primo luogo, ad una esigenza di conoscenza del nemico. Tale attività, quantomai lontana dal concetto di approssimazione, si sviluppa attraverso una minuziosa e profonda pianificazione che ...
Orlando contro Salvini: “Ossessionato da migranti”, Ministro: “Vergognoso, lo querelo”

Orlando contro Salvini: “Ossessionato da migranti”, Ministro: “Vergognoso, lo querelo”

Politica & retroscena
Scontro a distanza tra il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Il primo cittadino del capoluogo siciliano si è scagliato contro la circolare del Viminale in cui si chiede alle Prefetture una velocizzazione nell'esame delle istanze e una stretta sulla concessione del permesso di soggiorno. "Con la recente circolare - ha scritto in una nota il sindaco - inviata a tutte le Prefetture appare sempre più chiaro il disegno dell'attuale Ministro dell'Interno, che non soltanto è sempre più ossessionato, a livelli “patologici”, dall'idea che l'Italia sia una realtà interculturale, ma sempre più chiaramente appare indirizzato a tollerare se non addirittura ad agevolare nei fatti le cosche, la criminalità e quanti, nella presenza di cittadini mig...

Cosa nostra oggi e lo stato di "salute" delle altre mafie. Ecco cosa dice la Dia

News Sicilia, Notizie
Cosa nostra oggi e lo stato di "salute" delle altre mafie. Ecco cosa dice la Dia nella sua relazione annuale.  Cosa Nostra è ancora una «galassia fortemente strutturata e pervasiva» nonostante le difficoltà persistenti che si trova ad affrontare, come la minore solidità delle leadership. Intanto la camorra, che ad una «strategia di sommersione» spesso preferisce un «atteggiamento aggressivo», risulta «caratterizzata dalla polverizzazione dei clan». La ‘ndrangheta, invece, considerata «tra le più potenti manifestazioni criminali autoctone», si conferma organizzazione «capace di agire con estrema disinvoltura nei contesti più diversificati, con un’accentuata predisposizione nei confronti di comparti economici, finanziari ed imprenditoriali». Potrebbe essere sintetizzata così l’ultima relazio...

Mafia e agroalimentare, 21 reati al giorno. Presentato il dossier Legambiente all'Expo

News Sicilia, Notizie
L'aggressione  delle mafie al Made in Italy gastronomico  nell'anno dell'Expo raggiunge numeri impressionanti: 7.985 infrazioni penali accertate nelle varie filiere agroalimentari, oltre 21 reati al giorno, 14.917 denunce penali e 126 arresti, per un giro d'affari che, tra sequestri e finanziamenti illeciti intercettati dalle forze dell'ordine ha superato i 4,3 miliardi. Sono questi i dati sulla filiera illegale agroalimentare del Rapporto Ecomafia 2015 presentati in anteprima da Legambiente nell'ambito di FestambientExpo (il rapporto completo sarà presentato a Roma il 30 giugno). Nel dettaglio, sono state 7.985 le infrazioni penali accertate nelle varie filiere agroalimentari, a fronte di quasi 200mila controlli effettuati dalle forze dell'ordine. Tale attività di controllo ha portato a ...