Lo ha deciso il Tar di Catania che ha preso atto della dichiarazione del ministero dei Trasporti "di voler mantenere la sede" nel porto del Siracusano