L'ex direttore dell'Espresso, Luigi Vicinanza, e i giornalisti Messina e Zoppi hanno “divulgato una notizia falsa dalla portata indubbiamente screditante dell’immagine e della reputazione di Tutino"