Tag: mediterraneo

Casellati a Palermo: “Mediterraneo non diventi fossa comune”
Politica & retroscena

Casellati a Palermo: “Mediterraneo non diventi fossa comune”

 "Non possiamo rassegnarci ad accettare la morte di tanti poveri innocenti. Il Mediterraneo deve essere un mare di pace, non una fossa comune". Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, durante la sua visita a Palermo, in riferimento ai tragici naufragi di migranti che si sono verificati nel Mediterraneo. La presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati è arrivata in visita privata a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea Regionale Siciliana. Ad accoglierla il presidente del parlamento siciliano, Gianfranco Miccichè. Casellati visiterà la cappella palatina e le sale del palazzo inserito nel circuito arabo-normanno. Successivamente si recherà nel quartiere Danissini dove incontrerà il parroco fra Mauro Billetta della chiesa Sant'Agnese. ...
News Sicilia, Notizie, Storie & reportage

E' Pantelleria l'isola al centro dei traffici internazionali di droga del Mediterraneo

 E' Pantelleria l'isola al centro dei traffici internazionali di droga del Mediterraneo. Una rete di trafficanti, che viaggiano per il Nord Africa, e poi via mare fanno arrivare la droga in Europa. Le navi piene di hashish e di cocaina, arrivano nei porti italiani, francesi, greci. Le rotte del traffico di hashish sono venute alla luce dopo due anni di indagini intense, operate da forze di polizia italiane e internazionali. Con l'isola di Pantelleria al centro delle rotte dei trafficanti. E' l'operazione Rose of the Winds che ha portato all'arresto del re del traffico di hashish nel Mediterraneo. Ufficialmente è solo un imprenditore benestante, tra i più noti in Marocco, titolare di una pasticceria con sessanta dipendenti. Ma l'attività di Ben Zian Berhili è un'altra. Quella di organizzare...
News Sicilia, Notizie

Pesca, nasce il registro delle identità del Mediterraneo

Un documento che salvaguardi l'identità del pescato siciliano a partire dal valore artigianale e quindi dall'uomo. E' secondo quest'ottica che è stato redatto e pubblicato dal dipartimento della Pesca della Regione Sicilia il "Registro identitario della pesca del Mediterraneo e dei borghi marinari". "Da ventimila a 7.500 è sceso il numero degli addetti nel settore della pesca. Occorre salvare l'identità della pesca siciliana prima che sia troppo tardi. Ripercorrere insomma i passi storici della pesca siciliana - commenta il dirigente del dipartimento della Pesca mediterranea dell'assessorato regionale dell'Agricoltura, Dario Cartabellotta - perché il pesce e il mare di Sicilia hanno un valore culturale e questo registro identitario vuole esserne la testimonianza, come lo sono i 120 luoghi...
News Sicilia, Notizie

Con il collegamento tra Sicilia e Calabria l'Italia può diventare l'hub energetico del Mediterraneo

"L'Italia può diventare l'hub energetico del Mediterraneo. Tutte le interconnessioni internazionali che sono state costruite per importare energia e che tutt'ora funzionano soprattutto dal lato dell'import, sempre di più lavorano anche in export. Due esempi: le connessioni con la Grecia e con Malta". Lo dice al Corriere della Sera Matteo Del Fante, amministratore delegato di TERNA, che alla domanda se ci siano ancora colli di bottiglia nella rete elettrica italiana risponde: "Con l'entrata in esercizio un mese fa del nuovo collegamento Sorgente-Rizziconi tra Sicilia e Calabria è stato eliminato l'ultimo collo strutturale. Esistono però ancora dei rafforzamenti da fare su alcuni nodi della rete elettrica, dei quali ci stiamo occupando in un quadro di assoluto cambiamento.  L'aumento della ...
News Sicilia

In corso a Messina la Food Innovation Summer School Mediterraneo

Il Future Food Institute di Bologna, che fa della food innovation uno strumento chiave per affrontare le grandi sfide del futuro, sceglie e porta a Messina dal 4 al 24 luglio la Food Innovation Summer School Mediterraneo grazie alla partnership con l’Ateneo peloritano, ambasciatore della cultura mediterranea. Alla cerimonia inaugurale, svoltasi nei giorni scorsi presso la Cittadella universitaria, sono intervenuti il rettore, Pietro Navarra, il prorettore all’Innovazione ed al trasferimento tecnologico, Daniela Baglieri, il prorettore all’Internazionalizzazione, Antonino Germanà e il direttore generale, Francesco De Domenico che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto e hanno presentato l’Università di Messina alla platea internazionale. Sara Roversi, founder di Future Foo...
News Sicilia, Notizie

Trivelle nel Mediterraneo, marcia indietro di Renzi. Stop alle estrazioni

Stop del governo alle trivelle nel Mediterraneo. Renzi ha perso la sua battaglia, e si dice che avesse parecchio paura del referendum che alcune Regioni (ma non la Sicilia) avevano chiesto, con il via libera della Cassazione proprio qualche giorno fa. Gli ambientalisti esultano, gli analisti fanno notare che si perdono cinque miliardi di euro di investimenti. Che cosa è successo nelle ultime ore? Il governo ha presentato un emendamento alla legge di Stabilità per ripristinare il limite delle dodici miglia per le perforazioni petrolifere. Un emendamento presentato dal governo alla Legge di stabilità ripristina tale limite per le trivelle e, di fatto, segna un primo successo nella mobilitazione a difesa  delle coste. L'emendamento  prevede il ripristino del divieto delle 12 miglia facendo ...
News Sicilia, Notizie

Trivelle nel Mediterraneo, Rubbettino dice si: "Investimenti per 5 miliardi di euro"

Trivelle nel Mediterraneo, Rubbettino dice si. Una voce fuori dal coro, quella dei Giovani di Confindustria Catanzaro, i quali, attraverso le parole del presidente Marco Rubbettino, si dicono favorevoli alle esplorazioni dei fondali del Mediterraneo alla ricerca di fonti di energia quali gas e idrocarburi. “In questo momento siamo ostaggio dei comitati “no trivelle” e di una classe politica ancora troppo ideologizzata” afferma il presidente dei giovani di Confindustria Catanzaro, Rubbettino, che evidenzia come, così facendo, si andrebbe a rinunciare a raddoppiare la produzione di petrolio e gas, a investimenti per 5 miliardi di euro, a migliaia di posti di lavoro e a maggiori entrate (royalties e tassazione dei profitti) per 1,5 miliardi di euro preferendo importare idrocarburi e trasferen...
News Sicilia

Pesca: Tumbiolo a Malta per il "Cluster marittimo del Mediterraneo"

Il presidente del Distretto della pesca Giovanni Tumbiolo ha incontrato a Malta il segretario di Stato con delega alla Pesca ed attività marittime Roderick Galdes per discutere i "tempi e modalità" per la realizzazione di un "Cluster marittimo del Mediterraneo" che coinvolga i cluster dei paesi costieri, così pure le strutture portuali, produttive e della pesca della repubblica di Malta. Un progetto che, ha ribadito Tumbiolo, è la "strada giusta". Il cluster prevede infatti il coinvolgimento attivo e la cooperazione scientifica e produttiva con i paesi della sponda sud del mediterraneo, su quel modello di blue economy che il Distretto siciliano propugna da anni e che guarda alla responsabilità condivisa, alla rigenerazione e al restauro dei beni e delle risorse marine e terrestri. Galdes h...
News Sicilia, Notizie, Storie & reportage

Ecatombe di migranti. Il Mediterraneo è una fossa comune. Serve una "Mare Nostrum" europea

Qualche giorno lo avevamo scritto: è in arrivo in Sicilia un'ondata di sbarchi di migranti senza precedenti. E purtroppo ieri il Mediterraneo ha visto un naufragio di una tragedia mai vista: 700 morti. Su un peschereccio affondato vicino le nostre coste. Ma forse le vittime potrebbero essere di più: "Eravamo in 950. C'erano anche 200 donne e 50 bambini con noi. In molti erano chiusi nella stiva", racconta  un giovane del Bangladesh che è tra i 28 sopravvissuti . "Siamo partiti da un porto a 50 chilometri da Tripoli - aggiunge - e ci hanno caricati sul peschereccio e molti  sono stati chiusi nella stiva. Gli scafisti  hanno bloccato i portelloni per non farli uscire". Il mercantile portoghese "King Jacob" che per primo è stato dirottato nella zona stava  navigando nella loro direzione. Racc...
News Sicilia, Notizie

Il Mediterraneo sempre più povero. La proposta: ;Blocchiamo la pesca in alcune aree

Chiudere in modo permanente la pesca a strascico in aree chiave dello Stretto di Sicilia dove si aggregano gli stock ittici 'giovanili' del Mediterraneo, così da consentire il recupero della popolazione di pesci come il merluzzo e il gambero rosa, i cui stock sono «fortemente» sovrasfruttati. Questa la proposta che Oceana (l'Organizzazione internazionale per la conservazione dell'ambiente marino) ha inviato formalmente alla Commissione generale per la pesca in Mediterraneo (Cgpm). L'Organizzazione parteciperà la settimana prossima al meeting della Fao sul progetto MedSudMed per sostenere un piano di gestione pluriennale per gli stock e dal 24 al 27 marzo parteciperà anche al Comitato scientifico del Cgpm che si terrà a Roma. Secondo Oceana questa misura «contribuirà a ripristinare gli stoc...
Trivelle off – shore nel Mediterraneo. La piattaforma “Vega B” ha l’ok. I numeri
News Sicilia, Notizie

Trivelle off – shore nel Mediterraneo. La piattaforma “Vega B” ha l’ok. I numeri

Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha detto “si” alla realizzazione di “Vega B”, la piattaforma marina che affiancherà la “madre”, “Vega A”, operante da più di 30 anni a largo della costa siciliana di Pozzallo, in provincia di Ragusa. I numeri: una volta entrata in funzione, la piattafoma off-shore "Vega B" garantirebbe una produzione di 16,7 milioni di barili tra il 2018 e il 2039. L'investimento per la costruzione della "Vega B" è di 500 milioni di euro e serve anche rilanciare l'attuale produzione della "Vega A" in discesa: senza questo investimento le rimarrebbero soltanto 5-6 anni di vita. Si ritornerebbe quindi a una produzione iniziale di 8.000 barili di petrolio al giorno. Il giacimento contiene ancora circa 30-35 milioni di barili di petrolio. Ad annunciare la notizia...
Vienergy a Festambiente Mediterraneo
News Sicilia, Notizie

Vienergy a Festambiente Mediterraneo

Da oggi fino a domenica il progetto ViEnergy Vigna Energetica sarà presente alla prima edizione di FestAmbiente Mediterraneo, l’Eco-Festival Nazionale dedicato all’area del Mediterraneo che da quest’anno entra a far parte della rete dei festival di Legambiente. L’appuntamento all’insegna della sostenibilità ambientale e dell’informazione rivolta a questa tematica è in programma per la prima volta a Palermo, presso il complesso Fabbriche Sandron (Via Ferro Luzzi, 3-5) davenerdì 19 a domenica 21 dicembre dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle ore 17.00 alle ore 01,00. (altro…)