domenica, aprile 18

Tag: proteste

Eni, ancora proteste a Gela. Lettera a Renzi: "La città non vuole morire"

Lavoro, News Sicilia, Notizie, Province siciliane
Eni, ancora proteste a Gela. Lo sciopero nazionale della chimica a Gela, dopo la chiusura della raffineria dell'Eni, ha un significato particolare per una città che si mobilita in difesa di 50 anni di industrializzazione. Sono a rischio centinaia di posti di lavoro nell'indotto del petrolchimico, che si avvia alla totale scomparsa nell'assenza di una firma di un accordo di programma per l'area. Continua la protesta, esplosa ieri, con i blocchi delle vie di accesso alla città ad opera di disoccupati, lavoratori delle cooperative e delle imprese appaltatrici. Oggi per la prima volta nella storia di Gela si fermeranno anche i pozzi petroliferi. I sindacati hanno scritto una lettera aperta al premier, Matteo Renzi, affermando che "questa è la vertenza di una intera città che non vuole morire"...

Niente soldi per i Forestali, proteste in tutta la Sicilia, Palermo paralizzata

Lavoro, News Sicilia, Notizie
Come il Mattino di Sicilia aveva previsto giorni fa, è scoppiata l'ira dei forestali, dato che la Regione Siciliana non trova soldi per pagarli. Lavoratori forestali in piazza anche a Palermo, contro la sospensione dei cosiddetti 78isti, che hanno iniziato le loro giornate il 28 settembre e avrebbero dovuto terminarle il 31 dicembre. Una sospensione inevitabile, secondo la Regione, per mancanza di fondi. La protesta si sta tenendo in piazza Indipendenza, davanti la presidenza della Regione. Traffico bloccato e ripercussioni in tutta la zona. I lavoratori forestali che da stamattina protestano a Palermo stanno bloccando il viale Regione Siciliana, all'altezza del cavalcavia di viale delle Scienze. A protestare sono tutti i forestali della provincia sospesi da oggi.  «Non sanno se torneranno...

Forestali in Sicilia: 24.000 da oggi senza lavoro. La Regione non ha i soldi

Lavoro, News Sicilia, Notizie
Come abbiamo preannunciato ieri, da oggi 24.000 forestali in Sicilia sono senza lavoro, perché la Regione non ha i soldi. Si accendono la piazza e la protesta dopo la notizia circa il licenziamento dei 24 mila forestali siciliani a partire da oggi. “Notizia arrivata dalla Regione nel corso di un direttivo sindacale“, rivela il leader della Uil Claudio Barone. A fronte di un parere favorevole ‘pre Cipe’ per il reperimento dei fondi, i capi degli uffici della Forestale avrebbero comunicato invece che da oggi  i rapporti sono interrotti. E’ un fatto, affermano dallo staff dell’assessore all’Economia Alessandro Baccei, che oggi non ci sara’ l’atteso ok del Cipe alla delibera da 650 milioni per la Sicilia, 88 milioni dei quali destinati proprio ai forestali. Ci sarebbero a monte anche perplessi...

Agrigento in piazza per chiedere il ritorno alla gestione pubblica dell'acqua

News Sicilia, Notizie, Province siciliane
Sabato 7 Marzo i cittadini della provincia di Agrigento sono scesi in piazza per il “ritorno ad una gestione pubblica dell’acqua”. La manifestazione è stata organizzata dall’Inter.Co.Pa (Comitato Intercomunale per la gestione pubblica dell’acqua), non condividendo la strada intrapresa da alcuni sindaci, ma soprattutto per protestare contro un governo regionale completamente indifferente verso una problematica divenuta di natura sociale. Nella provincia agrigentina infatti i cittadini sono costretti a pagare l’acqua più cara d’Italia per ricevere in cambio un servizio pessimo e inadempiente. Sono molte le inadempienze riscontrate dal Comitato, come la mancata depurazione delle acque, la mancanza di regolarità nella distribuzione, gli interventi inesistenti per ridurre le perdite della rete ...

Imu agricola, il Senato boccia l'abrogazione. Rabbia per gli agricoltori in Sicilia

News Sicilia, Notizie
 "Non pagheremo" è il passaparola degli agricoltori siciliani che non vogliono pagare l'Imu sui loto terreni. Si tratta di un'imposta che viene percepita come inaccettabile. E' stato bocciato un emendamento, presentato in Parlamento da Antonio D'Alì e da altri parlamentari del centrodestra, che mirava a cancellare la tassa. «A decorrere dall'anno 2015 il terreni agricoli sono esentati dal pagamento dell'imposta municipale (Imu) ». In conferenza stampa, a Palazzo dei Normanni, il presidente regionale della Confagricoltura Ettore Pottino ha detto: «Le aziende agricole siciliane non pagheranno l'Imu. Non sarà un' azione strategica, ma sarà impossibile riuscire a pagare. Assistiamo ad una vera e propria usurpazione, l' agricoltura è fragile e vulnerabile come le si puo riconoscere una capac...