Mafia: assolti 11 boss clan palermitani. Processo celebrato in abbreviato, 5 condanne

Si è concluso con 11 assoluzioni e cinque condanne il processo, celebrato in abbreviato dal gup Omar Modica, nei confronti di capimafia, gregari ed estortori dei clan mafiosi di Bagheria, Villbate, Ficarazzi, Casteldaccia e Altavilla Milicia. Molte le assoluzioni eccellenti tra cui quelle dei boss Nicola Eucaliptus, Giuseppe Scaduto Onofrio Morreale. Il processo nasce da un’inchiesta della dda di Palermo […]

» Read more

Nasce cosalibera.it, il portale delle sentenze contro il racket

Nasce cosalibera.it, il portale delle sentenze contro il racket. Ci sono 154 sentenze (di primo e secondo grado emesse dai tribunali e dalle corti d’appello di Palermo), con 802 imputati, 430 estorsioni censite e 62 operazioni antimafia da “Gotha” in poi nel nuovo portale presentato nel giorno del dodicesimo anniversario del primo attacchinaggio degli adesivi “un intero popolo che paga […]

» Read more

Gela, operazione antimafia. In manette in 22 grazie alle denunce degli imprenditori

Gela, operazione antimafia. In manette in 22 grazie alle denunce degli imprenditori.L’operazione, denominata “Redivivi”, ha consentito agli inquirenti di ricostruire i nuovi assetti della mafia gelese, con l’arresto del presunto reggente. Le indagini sono state avviate sulla base delle dichiarazioni di alcuni imprenditori. Le vittime, stanche di subire minacce e intimidazioni da parte di alcuni membri del clan legate soprattutto […]

» Read more

Estorsioni, l’Asaec: la denuncia dovere civico, lo Stato non è un bancomat

CATANIA – «La legge antiestorsione, fortemente voluta dalle associazioni antiracket, ha dato prova di essere uno straordinario strumento normativo, ha contribuito alla crescita della coscienza civile, ha generato e promosso nuovi modelli culturali. L’obiettivo che le leggi 44/99 e 108/96 perseguono è duplice: da un lato incentivano la vittima a denunciare e dall’altro la premiano con un congruo ristoro economico». […]

» Read more

Pago chi non paga: a Messina le pagine gialle antipizzo

Di Ilaria Raffaele MESSINA – Il sud si ribella al racket. Lo fa con un libretto di un centinaio di pagine, denso di informazioni: è la lista dei mille negozianti che in quattro regioni – Calabria, Campania, Puglia e Sicilia – non pagano il pizzo e lo rivendicano. Sono 180 nella provincia di Messina, e molti dei nomi scritti nella […]

» Read more