giovedì, aprile 22

Tag: Regionali 2017

Alle Regionali vincerebbe la sfiducia, astensionismo in Sicilia al 55%

Alle Regionali vincerebbe la sfiducia, astensionismo in Sicilia al 55%

Notizie dalla Sicilia, Politica & retroscena
Se si votasse oggi per le Elezioni Regionali in Sicilia, oltre 2 milioni e mezzo di cittadini resterebbero a casa. Su 4 milioni e 600 mila elettori, si recherebbero alle urne circa 2 milioni di siciliani, molto meno della meta' degli aventi diritto. E' quanto emerge da un'analisi condotta dall'Istituto Demopolis a 4 mesi dal voto del 5 novembre per l'elezione del nuovo Presidente della Regione ed il rinnovo dell'ARS. "Si avverte - afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento - una chiara compromissione della fiducia dei cittadini nei partiti e nelle istituzioni regionali. Una larga maggioranza dei siciliani appare convinta che la politica, anche per assenza o cattiva gestione delle risorse, non sia piu' in grado, oggi, di incidere sulla vita reale delle famiglie e sulle prospettive de...

Crocetta: “Porterò avanti processo di riscatto della Sicilia” ma Orlando e il Pd frenano

Politica & retroscena
“Avevo aderito con sincerità e lealtà al progetto Grasso Presidente. E credo che non esistano precedenti di presidenti della Regione uscenti, che abbiano dimostrato tanta lealtà nei confronti del proprio partito e della coalizione con la quale ha governato. Occorre adesso riprendere il confronto unitario, partendo dalla valutazione del  grande lavoro che è stato svolto alla Regione in questi anni e che ha salvato la Sicilia.  La Regione non può essere affidata a pericolose avventure di governo che ripropongono gli schemi di quel passato che l'ha distrutta. Indietro non si torna e tale consapevolezza mi  spinge a lottare e a impegnarmi con maggior vigore, fino in fondo, per fare della Sicilia una delle terre più avanzate e più ricche d’Europa, in un percorso di trasparenza e legalità”. Lo d...

Regionali, il rifiuto di Grasso: non sarà il candidato governatore del centrosinistra

Politica & retroscena
Il presidente del Senato, Pietro Grasso, non si candiderà alla presidenza della Regione Sicilia. La decisione viene annunciata in una nota diffusa al termine di un "lungo colloquio" con il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, avvenuto questa mattina nel capoluogo siciliano. Nel corso dell'incontro sono state affrontate tutte le implicazioni politiche e istituzionali di tale scelta, soprattutto in relazione "al delicato momento della legislatura e ai prossimi impegni del Senato della Repubblica su temi importanti per il Paese quali ad esempio la legge elettorale e la legge di Bilancio". "Dopo una lunga riflessione" il presidente Grasso e il sindaco Orlando, riferisce ancora il comunicato, hanno quindi convenuto, "stante le condizioni attuali", sulla impossibilità di proseguire sull'ipote...
Berretta: “Pd apra fase nuova con Grasso governatore”

Berretta: “Pd apra fase nuova con Grasso governatore”

Politica & retroscena
"Per le sue competenze, per le sue grandi qualità umane e politiche, Pietro Grasso sarebbe il candidato ideale alla presidenza della Regione Sicilia". Lo afferma Giuseppe Berretta, deputato nazionale del Partito democratico, componente della direzione nazionale dei Democratici, nel giorno della direzione regionale del partito a Palermo. "La candidatura di Pietro Grasso confermerebbe l'importanza che le prossime elezioni regionali assumeranno nel panorama politico italiano e la volontà del Pd di puntare su una personalità forte. E' necessario aprire una fase nuova, per provare a risolvere i problemi atavici della Sicilia, mettendo a frutto le enormi potenzialità della nostra terra". Con Grasso, secondo il parlamentare, "costruendo un chiaro programma all'insegna della discontinuità e ...
Regionali, al via le candidature del Movimento 5 Stelle: obiettivo #Sicilia5Stelle

Regionali, al via le candidature del Movimento 5 Stelle: obiettivo #Sicilia5Stelle

Notizie dalla Sicilia, Politica & retroscena
Inizia ufficialmente il percorso che porterà il MoVimento 5 Stelle a presentare la sua lista e il suo candidato presidente alle elezioni per la Regione Siciliana fissate il 5 novembre. Lo si legge sul Blog di Beppe Grillo. "L'obbiettivo è una Sicilia 5 Stelle, la prima regione amministrata dal MoVimento Questo percorso terminerà il 9 luglio quando, dalle 19.30 alle 21, ci vedremo tutti insieme al Castello a Mare a Palermo per proclamare l'esito della votazione del candidato presidente che terminerà lo stesso giorno alle 19. Un evento imperdibile a cui invitiamo tutti a partecipare e dopo il quale inizierà ufficialmente la nostra campagna" si legge nel post. Da oggi e fino a domenica 25 giugno 2017 gli iscritti al MoVimento 5 Stelle entro il 1 luglio 2016 con documento certificato res...
Ferrandelli: “Il movimento dei ‘Coraggiosi’ parteciperà alle prossime elezioni regionali”

Ferrandelli: “Il movimento dei ‘Coraggiosi’ parteciperà alle prossime elezioni regionali”

Politica & retroscena
"Il movimento dei 'Coraggiosi' è nato per durare negli anni, ci saranno liste a tutti gli appuntamenti elettorali. Le Amministrative erano il primo appuntamento, testeremo gruppo dirigente in tutte le competizioni, con tutte le persone che vorranno partecipare". Fabrizio Ferrandelli commenta così l'esito delle amministrative palermitane che lo ha visto sconfitto da Leoluca Orlando. "E' partita l'onda, siamo partiti da Palermo. Il nostro progetto continua - ha aggiunto il leader dei Coraggiosi -. Abbiamo 5 mesi di appuntamenti regionali e nazionali, a livello nazionale faremo parlare molto. Questo è il più grande investimento politico che questo gruppo potesse fare per la città. Il 16% circa della sommatoria delle 7 liste è un grandissimo risultato su cui continuare. Pensare che un gr...
Faraone insiste sulle primarie: “Si svolgano il 9 luglio, siamo alternativi ai click pilotati”

Faraone insiste sulle primarie: “Si svolgano il 9 luglio, siamo alternativi ai click pilotati”

Politica & retroscena
“Domenica 9 luglio è un ottimo giorno per svolgere le primarie in Sicilia per scegliere il candidato Presidente della Regione. Mentre il Guru dei 5 stelle Beppe Grillo calerà dall’alto a Palermo per presentare il candidato designato attraverso pochi click pilotati su una piattaforma privata, noi possiamo, invece, andare nelle piazze con i gazebo e chiamare la gente a fare le proprie scelte, invece di subirle”. E’ la proposta del Sottosegretario Davide Faraone che torna a insistere sulle primarie per il candidato Presidente. “Dopo Genova, infatti, quando si parla di 5 stelle penso che si possa parlare, più che di primarie, di ‘falsarie on line’. Casaleggio e Grillo hanno già scelto Giancarlo Cancelleri a Roma e ce lo comunicheranno il 9 luglio a Palermo. I capi sono sempre e solo quei due....
M5S rinuncia alla pensione, il 9 luglio verrà scelto il candidato presidente

M5S rinuncia alla pensione, il 9 luglio verrà scelto il candidato presidente

Politica & retroscena
Rinunceranno alla pensione da onorevole i parlamentari del Movimento 5 Stelle dell'Assemblea regionale siciliana. I 14 deputati lo hanno annunciato nella sala stampa dell'Ars, dove hanno firmato la "rinuncia al vitalizio", sulla gigantografia di una lettera che hanno inviato al Consiglio di presidenza dove si legge: "Dichiaro di rinunciare irrevocabilmente al diritto alla pensione come previsto dal superiore regolamento". Per regolamento, ogni deputato matura il diritto alla pensione a compimento di 4 anni, 6 mesi e un giorno nei cinque anni di legislatura. "Il giorno del privilegio è il 6 giugno - ha detto il portavoce, Giancarlo Cancelleri - il 6 giugno e' il giorno della vergogna". Intanto Cancelleri ha annunciato l'arrivo di Beppe Grillo il 9 luglio prossimo a Palermo per com...
Pd, Raciti: “Convocherò direzione su primarie per la scelta del presidente”

Pd, Raciti: “Convocherò direzione su primarie per la scelta del presidente”

Politica & retroscena
"I risultati di Renzi alle primarie in Sicilia sono positivi: dove si è saputo creare un buon clima politico i dati vanno oltre le migliori aspettative. Così come molto incoraggianti sono i dati di affluenza al voto, con più di 110 mila partecipanti". Fausto Raciti, segretario regionale del Pd, commenta i risultati definitivi delle primarie e prova a mediare fra le varie anime dei dem in vista delle regionali. "Ora bisogna valorizzare questa prova di fiducia che gli elettori hanno dato partecipando al voto: è mia intenzione integrare la segreteria regionale con le aree politiche emerse dal congresso che non vi sono rappresentate e convocare al più presto una direzione regionale con all'ordine del giorno ‘elezioni amministrative ed elezioni regionali’ nella quale affrontare anche il t...

Crocetta: “Faraone? Il solito scassatutto”

Politica & retroscena
"Mentre io sono impegnato a governare e a ricucire una grande alleanza, Faraone continua a creare divisioni. Vuole le primarie per la scelta del candidato governatore? Faccia la proposta alla segreteria del partito, invece che durante le conferenze stampa, altrimenti le sue sono le libere esternazioni di uno 'scassatutto'". Il presidente della Regione Rosario Crocetta replica così, all'AdnKronos, al sottosegretario alla Salute, Davide Faraone, che oggi, durante una conferenza stampa a Palermo per analizzare il voto delle primarie di domenica che hanno incoronato Matteo Renzi vincitore, è tornato a parlare della situazione politica dell'Isola. "Le solite esternazioni 'faraoniche' - ha tagliato corto Crocetta -. Invece di parlare del risultato delle primarie e di Renzi, Faraone gioca c...
Musumeci lancia la candidatura, ma il centrodestra e Forza Italia si dividono

Musumeci lancia la candidatura, ma il centrodestra e Forza Italia si dividono

Politica & retroscena
Il deputato regionale Nello Musumeci, leader di Diventerà Bellissima, ha deciso di correre per la presidenza della Regione siciliana. La presentazione della sua candidatura è avvenuta nel corso di una conferenza stampa, a Palazzo dei Normanni, a Palermo. Musumeci ha presentato e illustrato il Documento unitario "per la coalizione elettorale regionale alternativa al Pd di Crocetta ed ai Grillini". Presenti all'incontro i rappresentanti dei Movimenti politici ed i parlamentari che hanno partecipato alla sottoscrizione pubblica per le Primarie di coalizione, poi saltate. C'erano, tra gli altri, anche l'ex coordinatore regionale di Forza Italia Vincenzo Gibiino, gli esponenti di Noi con Salvini Angelo Attaguile e Alessandro Pagano, gli autonomisti di Rino Piscitello e gli indipendentisti...