La proposta di Tano Grasso: «Una carta delle antimafie»

«L’idea è che occorre una “carta”, un protocollo, un documento – chiamiamolo come preferiamo – che sia capace di definire princìpi e modalità operative vincolanti per ogni associazione che voglia definirsi antimafia. Insomma, uno strumento di autoregolamentazione». Lei è presidente onorario della FAI, la Federazione delle associazioni antiracket. Cominciamo allora dal mondo dell’associazionismo antiracket. «Il problema qui si pone in […]

» Read more