E’ la conclusione cui è giunta la commissione regionale antimafia guidata da Claudio Fava