Whisky scozzese col marchio Cosa Nostra venduto al supermercato: ritirato

Condividi

Un whisky scozzese col marchio “Cosa Nostra” è stato ritirato dagli scaffali di un superstore Conad dopo le lamentele di diversi clienti. È successo a Reggio Emilia in un punto vendita in centro.

Ne dà notizia l’edizione locale del Resto del Carlino. La bottiglia nera a forma di mitra, ispirata “ai leggendari boss Al Capone e Lucky Luciano”, come si legge nella descrizione della casa produttrice su internet, ha destato scalpore una volta esposta, martedì, nella vetrina dell’enoteca all’interno del negozio.


    Alcune persone hanno segnalato l’etichetta, ritenendola di pessimo gusto e lesiva della sensibilità. A denunciarlo anche un consigliere comunale del Pd, Dario De Lucia: “Meglio togliere questo prodotto. Non è adeguato e dà un brutto messaggio”. A quel punto già nella giornata di ieri il supermercato ha deciso di rimuovere il prodotto dalla vendita. “Alla prima lamentela il superalcolico è stato immediatamente ritirato – ha detto alla stampa locale la direttrice del superstore, Paola Rondanini – Abbiamo 18mila articoli da gestire e quando abbiamo ordinato l’oggetto in questione c’era solo un codice. Quando l’abbiamo esposta non abbiamo avuto la prontezza di riflessi per capire che non fosse opportuno”. 

Leggi anche:  Marsala, cinque in corsa per guidare la Procura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.