Covid. sindaci PD: “Preoccupati per emergenza, situazione fuori controllo”

Spread the love

Un lungo confronto sull’emergenza coronavirus e l’allarme lanciato dai sindaci siciliani del Partito Democratico, nell’incontro in videoconferenza, promosso dalla segreteria regionale del PD.
Coronavirus tamponi
Diversi i punti critici sottolineati dai primi cittadini, in prima linea in quanto autorità sanitarie competenti nel territorio che amministrano: Il completo fallimento del ‘contact tracing’ e l’impossibilità di ricostruire fino alla fonte i contagi, il ritardo nei tamponi, la mancata attivazione degli ospedali covid, il mancato rafforzamento delle Usca e del personale medico e sanitario per fronteggiare l’emergenza, il caos che regna nelle Asp e negli ospedali con medici e infermieri sotto stress, cittadini e pazienti abbandonati con poche e confuse informazioni.
“E’ emersa grande preoccupazione – afferma il segretario regionale del PD, Anthony Barbagallo – da parte di tutti i primi cittadini del PD, dal comune più popoloso come ad esempio Trapani, a quelli più piccoli, per l’emergenza pandemica, soprattutto per i problemi legati alle inefficienze del sistema sanitario regionale che testimonia, ancora una volta, il fallimento del ‘piano a fisarmonica’ voluto dall’assessore Razza. E conferma l’assoluta inadeguatezza dell’assessore, incapace di pianificare l’ordinario e ancor di più di gestire l’emergenza”.

“Il gruppo parlamentare PD ha promosso una mozione di censura per chiedere la ‘sfiducia’ dell’assessore alla salute Ruggero Razza, e nel corso del dibattito – dice dopo l’incontro il capogruppo del PD all’Ars, Giuseppe Lupo – sulla mozione porteremo dentro Sala d’Ercole le preoccupazioni e le richieste dei sindaci siciliani, esposti in prima linea nell’emergenza Covid19. Abbiamo anche chiesto al governo regionale un maggiore sostegno ai Comuni”.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.