Orchestra sinfonica siciliana, rimosso soprintendente Giorgio Pace

Condividi

Giorgio Pace non è più il soprintendente della Fondazione Orchestra sinfonica siciliana (Foss). Lo ha deciso l’assessore regionale al Turismo e spettacolo, Sandro Pappalardo, con un decreto firmato alla Vigilia di Natale.

Il soprintendente, fanno notare i sindacati, secondo la procedura può esser sfiduciato dal Consiglio d’amministrazione, che da qualche tempo, però, è inattivo e manca di tre dei suoi membri su cinque. Il mandato di Pace sarebbe scaduto a fine marzo 2019.

Le organizzazioni sindacali hanno diramato un comunicato contro il provvedimento, sottolineando che nell’ultimo triennio Pace è riuscito a riportare in auge l’orchestra: bilanci in attivo, biglietti triplicati, abbonamenti in crescita e una produzione aumentata in tutta la Sicilia; oltre alla creazione dell’orchestra giovanile.

Un commento

  • Ermenegildo

    I sindacati spiegassero, come mai un solo sindacalista ha avuto il premio di due livelli retributivi in più, invece di fare il coro alle bugie del sig. Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.