A rischio il call center 4U di Palermo, 85 lavoratori verso il licenziamento

Condividi

Non è stato raggiunto l’accordo e la procedura di licenziamento, partita il 3 aprile e che riguarda 85 lavoratori di 4U Servizi, a Palermo, rimane ancora aperta. Domani è previsto un incontro a Palazzo delle Aquile con il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Attività produttive Giovanna Marano.

“Chiederemo – un intervento immediato e concreto per salvare questi lavoratori – spiega Giuseppe Tumminia, segretario della UilCom Sicilia, dopo l’incontro di oggi presso la sede del call center.

“Dopo cinque procedure di mobilità dunque – aggiunge Tumminia – sembra si sia arrivati all’epilogo: le ore di lavoro disponibili non sono sufficienti a garantire tutti i lavoratori e le commesse continuano ad essere spostate da una società all’altra e tra gli azionisti c’è sempre lo stesso imprenditore a capo di 4U. Il licenziamento così è sempre più vicino.

Solleciteremo Wind a farsi carico dell’accordo di un anno fa, in Prefettura, riguardante il cambio di appalto, da 4U ad Abramo, della gestione dei clienti Wind”, aggiunge il sindacalista, “rispetto al piano originale sono transitati, infatti, meno lavoratori”.

Leggi anche:  Mobilità sostenibile, 100 milioni per nuovi programmi d'investimento
https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2017/04/4u-call-center.png

0 thoughts on “A rischio il call center 4U di Palermo, 85 lavoratori verso il licenziamento”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *