Scoprire la Sicilia e i suoi prodotti tipici con i treni storici

Condividi

Scoprire il territorio siciliano e quest’anno anche i suoi prodotti tipici, utilizzando i ‘treni storici’. Il programma della Fondazione Ferrovie dello Stato è stato presentato oggi, alla presenza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e dell’assessore al Turismo Sandro Pappalardo, dal presidente della Fondazione FS, Mauro Moretti e dal direttore generale, Luigi Cantamessa, a bordo di un treno degli anni Trenta, partito dalla stazione di Catania e arrivato a Siracusa.

Si tratta di linee turistiche che in estate sono interessate da un traffico scarso e che trovano nuovo vigore a livello commerciale grazie agli itinerari dei treni storici. La caratteristica di quest’anno è la tematica del gusto. Tutti gli itinerari saranno associati a degustazioni dei prodotti tipici dei territori attraversati dai treni, grazie alla collaborazione con Slow food che mette a disposizione prodotti biologici siciliani. Nel 2018 inizia anche la collaborazione con la Ferrovia Circumetnea, innovazione vera di questa stagione.

“Quella che sto provando oggi, viaggiando su un treno storico degli anni ’30 – ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci – è un’emozione grandissima. Un’emozione che vogliamo far provare anche a centinaia di migliaia di siciliani e di turisti. E a partire dal mese di luglio abbiamo già individuato alcune decine di tratte ferroviarie, luoghi incantevoli e di straordinario interesse, che metteremo a disposizione dei visitatori e dei flussi turistici. Un altro modo per fare conoscere la Sicilia, un altro modo di fare turismo”.

Leggi anche:  Patrizia Mondello, ricercatrice messinese finalista a premio in Usa. Fare ricerca in Italia è davvero difficile
https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2018/06/treni-storici1-1024x681.jpg

0 thoughts on “Scoprire la Sicilia e i suoi prodotti tipici con i treni storici”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *