Sicilia il gioco è una passione?

in No Comment
Notizie https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2017/11/macbook-577758_960_720.jpg https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2017/11/macbook-577758_960_720-150x150.jpg il Mattino di Sicilia - Giornale della Sicilia 0 https://www.ilmattinodisicilia.it/sicilia-il-gioco-e-una-passione/#respond
494
Condividi

Nella nostra isola il gioco è una passione? La risposta non può che essere affermativa guardando i dati in merito. Partiamo dal dato nazionale, in crescita in tutte le regioni negli ultimi tre anni con l’eccezione del Piemonte, che ci dice come al sud si giochi più che al nord al centro Italia. E nel meridione, tranne in Campania (in particolare per via dell’area metropolitana napoletana), è proprio in Sicilia dove si gioca di più.

Altro dato impressionante è il fatto che l’industria del gioco d’azzardo e delle scommesse rappresenta all’incirca il 5% dell’intero prodotto interno lordo (PIL se preferite…) dell’economia regionale. Ma il dato più allarmante è indubbiamente quello rappresentato dal fatto che in Sicilia, così come in altre regioni d’Italia quali la già citata Campania, oltre a Sardegna e Abruzzo, le famiglie a basso reddito “investono” il 6.5% del loro patrimonio in “gambling” che siano gratta e vinci, slot machine, video lottery, scommesse sportive e quant’altro di simile.

Certamente non è facile rimanere immuni al fascino del gioco. Nel mondo reale le agenzie sono presenti in tutto il territorio, nei centri delle città così come in periferia mentre online navigando fioccano i banner pubblicitari che promettono eccellenti incentivi e bonus per i nuovi giocatori come Eurobet Casino Codice Promo.

E’ opportuno però evidenziare come alla fine il banco, virtuale o reale che sia, vince sempre tanto che nel 2016 a fronte di 4.2 miliardi di euro giocati in tutta la Sicilia, ne sono stati vinti poco più di tre. Insomma il “banco”, nel suo insieme lo scorso anno ha vinto oltre un miliardo di euro.

Leggi anche:  Covid, in Sicilia negozi aperti anche la domenica

Certo, singolarmente qualcuno ha vinto ed una piccola minoranza avrà anche ricevuto una somma importante. Questo è il grande sogno che spinge tanti a giocare e se il tutto si limita ad una “innocente evasione” con piccole somme giocate rispetto alle proprie possibilità, non c’è neppure niente di male. Sognare è lecito e fa anche bene alla salute ma se non si hanno gli strumenti personali per auto limitarsi poi i sogni diventano gli incubi del gioco d’azzardo patologico e della ludopatia. Quando si cade in questi vortici le conseguenze possono essere veramente drammatiche ed il primo consiglio utile da dare è quello di farsi aiutare da quelle strutture nate negli ultimi anni per dare supporto ai giocatori divenuti patologici. Non ci sono dati regionali in merito mentre a livello nazionale si calcola che ci siano 800.000 persone con problemi legati al gioco d’azzardo patologico ed altri tre milioni sono a grave rischio di diventarlo.

Andando ad analizzare i comportamenti dei siciliani per provincia, scopriamo che si gioca di più nel palermitano e nel catanese. Quella meno avvezza a giocare d’azzardo invece è quella di Enna. Sottolineiamo infine che tutti i dati snocciolati in questo articolo si riferiscono al gioco d’azzardo legale e certificato dall’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. C’è poi il mondo del sommerso, del gioco e delle scommesse clandestine che tutt’ora esistono in Sicilia così come nel resto d’Italia nonostante la diffusione più che capillare del gambling legale.

https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2017/11/macbook-577758_960_720.jpg

0 thoughts on “Sicilia il gioco è una passione?”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *