venerdì, aprile 16

Tag: Don Ciotti

Caso Montante, Don Ciotti e Libera querelano giornale online LaPrimaTv.it

Caso Montante, Don Ciotti e Libera querelano giornale online LaPrimaTv.it

Notizie
Il presidente nazionale di Libera, Luigi Ciotti ha presentato atto di querela per reato di diffamazione a mezzo stampa nei confronti di Enzo Guidotto e di Angelo Di Natale , direttore responsabile della testata online LaPrimaTv.it per affermazioni gravi e diffamatorie, che ben lungi dal costituire la legittima espressione di critica personale, mirano a tracciare un quadro distorto, diffamatorio e calunnioso nei confronti di Libera e del suo presidente. Oggetto della querela è riferito a due interviste rilasciate da Enzo Guidotto e pubblicate sul canale youtube della Testata LaPrimaTv in merito ad un approfondimento giornalistico sui fatti di cronaca giudiziaria riguardanti il Caso Montante in seguito della puntata della trasmissione televisiva “Report” intitolata “L'Apostolo...

Principato torna in commissione antimafia. Anche Libera sostiene Orioles

News Sicilia, Notizie
E' previsto per il prossimo 11 gennaio alle ore 20 il seguito dell'audizione del Procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, Teresa Maria Principato, davanti alla Commissione parlamentare Antimafia, presieduta dall'on Rosy Bindi. Nell'audizione del 22 novembre scorso Principato ha parlato delle attività messe in atto per tentare di catturare il boss Messina Denaro e delle sue indagini sulla massoneria. Parte dell'audizione è stata segretata. RICORDO. Cronisti e magistrati insieme nel ricordo di tutte le vittime della mafia. Un momento di riflessione dedicato a coloro che sono stati uccisi da Cosa nostra è stato organizzato il 1° al Giardino della Memoria di via Ciaculli a Palermo. La manifestazione è stata intitolata: "Comincia il nuovo anno, ricordiamoli ogni gi...

Don Luigi Ciotti: "Libera non è perfetta, ma è una realtà pulita"

Idee & Opinioni, News Sicilia, Notizie
Libera non gestisce direttamente le cooperative sui beni confiscati. Le sostiene, ne accompagna lo sviluppo, ne condivide il cammino. C’è  una comunanza di obbiettivi e di ideali, ma la gestione, l’amministrazione, la ragione sociale restano autonome: questo è bene chiarirlo una volta per tutte!    Libera è un coordinamento di associazioni. Difendere la sua dignità è difendere quella delle 1.600 realtà che ne fanno parte, diverse per riferimenti, storia, competenze, ma unite nell’impegno contro le mafie e la corruzione. Vent’anni fa abbiamo raccolto 1 milione di firme per l’approvazione della legge 109 sulla confisca e l’uso sociale dei beni delle mafie.  Al di là delle difficoltà di applicazione della legge, quei beni hanno significato lavoro, crescita culturale e riscatto sociale per ta...