La riforma delle Camere di Commercio in Sicilia tra litigi, caos, adesioni false

Avanza tra litigi e caos la riforma delle Camere di Commercio in Sicilia.  Due anni fa, nell’Aprile del 2015, è partita la riforma per l’accorpamento, ma quella che ne è seguita è stata essenzialmente una guerra di potere. Per  effetto della riforma degli enti camerali, che ha deciso la  riduzione degli enti, prevedendone l’accorpamento, in Sicilia le  camere di commercio sono […]

» Read more

Sicilia, ex Consorzi Asi all'ultimo atto. Nominati i commissari liquidatori

La Sicilia dice addio ai Consorzi Asi, almeno secondo le dichiarazioni dell’assessora regionale alle Attività Produttive, Mariella Lo Bello che ha comunicato i nomi degli undici commissari liquidatori. “Si chiude il capitolo delle Asi e la nomina dei commissari liquidatori pone fine ad un processo avviato nel 2012 e che fino ad oggi era impantanato in pastoie politico burocratiche. Le Asi […]

» Read more

Irsap ed ex Asi sotto controllo da parte della Regione siciliana

Irsap ed ex Asi sotto controllo da parte della Regione siciliana. “Bilanci ed atti gestionali dei disciolti Consorzi Asi in liquidazione e degli uffici periferici dell’ Irsap verranno passati al setaccio da una Commissione che si occuperà dello svolgimento di una ispezione straordinaria, finalizzata a acquisire informazioni e dettagli nonché accertare eventuali violazioni di legge che abbiano potuto produrre danni […]

» Read more

Camere di Commercio, via libera alla riforma in Sicilia tra liti e inchieste

Via libera in Sicilia alle “nuove” Camera di commercio.  “Ho deciso assieme all’assessore Mariella Lo Bello di dare corso all’assegnazione dei seggi per la costituzione degli organismi di vertice delle nuove Camere di commercio”, dice il presidente della Regione Rosario Crocetta. “Gli atti – prosegue – saranno firmati nelle prossime ore”. Sull’iter che porterà al decollo delle quattro nuove strutture […]

» Read more

Delrio ai pm: "Nessuna pressione da Lo Bello. Si è inventato tutto"

“Non ho ricevuto alcuna pressione” per la nomina di Alberto Cozzo a presidente dell’Autorità portuale di Augusta: Graziano Delrio ha ribadito ai pm di Potenza che lo hanno ascoltato oggi a Roma, quello che aveva già sostenuto alla Camera e in diverse occasioni pubbliche. Il ministro delle Infrastrutture è arrivato da solo in bicicletta alla sede della Dna, dove c’erano […]

» Read more

Il Tavolo per le Imprese: "Montante e Lo Bello facciano un passo indietro"

“Chiunque sia in carica in un ruolo pubblico, quando c’è un’indagine in corso deve dare il buon esempio e fare un passo indietro”. È la puntuale presa di posizione di Domenico Messina, imprenditore de’ Il Tavolo per le imprese, che da sempre si batte per la trasparenza e la legalità all’interno delle istituzioni. Il gruppo di imprenditori non si è […]

» Read more

Lo Bello e le indagini: "Fiducia nella magistratura, i giudici mi sentano presto"

“Ho appreso dalle agenzie di stampa di essere indagato dalla magistratura di Potenza. Ho sempre avuto piena fiducia nell’operato dei magistrati. Chiederò alla procura di Potenza di poter essere sentito quanto prima per chiarire ogni cosa”. Così in una nota il vicepresidente di Confindustria, Ivan Lo Bello. C’è anche il suo nome, infatti, nel registro degli indagati della maxi inchiesta […]

» Read more

Ivan Lo Bello indagato nell'inchiesta di Potenza sul petrolio

Il vicepresidente di Confindustria Ivan Lo Bello è indagato dalla procura di Potenza per associazione a delinquere. La circostanza emerge dagli atti dell’inchiesta. Per assicurarsi il controllo di un pontile nel porto di Augusta, secondo i pm, fu costituita un’associazione per delinquere composta da Gianluca Gemelli, Nicola Colicchi, Paolo Quinto e lo stesso Lo Bello. A Colicchi e Gemelli è […]

» Read more

Mariella Lo Bello: "In Sicilia la mafia gestisce interessi nevralgici"

Acqua, rifiuti, energia, sanità’ e formazione sono i cinque interessi che negli anni in Sicilia hanno avuto a che fare con organizzazioni finite poi con l’essere di stampo mafioso. Se oggi siamo in queste condizioni lo dobbiamo alle scelte politiche di un passato che ha oscurato le possibilita’ del futuro, le nostre speranze sono state violentate”. Lo ha detto la […]

» Read more
1 2 3
>