Tag: regione

Regione stanzia 30 milioni di euro contro erosioni e frane per 12 Comuni
Notizie, Province siciliane

Regione stanzia 30 milioni di euro contro erosioni e frane per 12 Comuni

La Regione Siciliana ha avviato le procedure per affidare i lavori contro frane ed erosioni in dodici  Comuni dell’Isola. Le risorse, pari a oltre trenta milioni di euro, provengono dal Fondo di sviluppo e coesione. L’istruttoria è stata gestita dagli Uffici del commissario di governo contro il dissesto idrogeologico, guidati dal governatore Nello Musumeci.  "Prosegue frenetica - afferma il presidente della Regione - l’attività della nostra struttura coordinata da Maurizio Croce, che nei primi nove mesi di quest’anno ha già mandato in gara progetti per oltre 110 milioni di euro, ai quali si aggiungono questi 30. Oltre a sbloccare opere, in alcuni casi vitali per il territorio, da un lato abbiamo evitato che le risorse rimanessero inutilizzate e dall’altro rimesso in moto l'ec...
Figuccia si è dimesso, ipotesi di un tecnico al suo posto. Musumeci: “Nessuna crisi”
Notizie dalla Sicilia, Politica & retroscena

Figuccia si è dimesso, ipotesi di un tecnico al suo posto. Musumeci: “Nessuna crisi”

"Oggi più che mai sento di essere un uomo libero e da tale condizione continuo a portare avanti le mie idee, rimanendo fedele al mandato degli elettori che mi hanno votato per tutelare la posizione dei cittadini, di chi soffre, di chi vive una condizione di difficoltà economica e di chi è lontano dai palazzi dorati". Con queste parole si è dimesso ieri l'assessore regionale all'Energia e Rifiuti, Vincenzo Figuccia. Così il governo Musumeci perde il primo componente della Giunta dopo poche settimane dal suo insediamento. Figuccia ha fatto un passo indietro dopo la polemica con Miccichè sugli stipendi all'Ars: “Consentitemi - aveva detto Figuccia - di mostrare una profonda amarezza e di sollevare profonde perplessità nei confronti delle affermazioni del neo presidente dell’Ars, con riferi...
Piano Paesaggistico, il Comune di Petrosino mette ko la Regione Siciliana
Politica & retroscena

Piano Paesaggistico, il Comune di Petrosino mette ko la Regione Siciliana

Sul tanto contestato Piano Paesaggistico il piccolo Comune di Petrosino mette ko la Regione Siciliana. Il Tar di Palermo, sezione prima, ha infatti pronunciato un'ordinanza sul ricorso che il Comune di Petrosino, difeso dall'avvocato Comandè, ha presentato contro la Regione per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del Decreto dell'Assessorato ai Beni Culturali con il quale è stato adottato il Piano Paesaggistico degli ambiti 2 e 3 della Provincia di Trapani. Il Comune, infatti, come gli altri Comuni trapanesi, si ritiene danneggiato dalle norme di atutazione del Piano nella parte in cui  per le aree “Paesaggio locale 05 – Marsala”, “Paesaggio locale 06 – Sciare”, “Paesaggio locale 07 – Mazara” e nella fascia costiera impone limitazioni e divieti assoluti rispetto alla p...
News Sicilia

Sicilia: sale spesa funzionamento Regione nonostante i tagli

Sale la spesa di funzionamento della Regione. L'incremento nel 2016 è stato di 40 milioni di euro, pari al 20,5% rispetto all'anno precedente; un balzo in controtendenza rispetto agli ultimi quattro anni quando la spesa della macchina amministrativa era costantemente diminuita. L'anno scorso la spesa è stata di 238 milioni di euro, mentre dal 2012 fino al 2015 era stata ridotta di anno in anno, passando dai 274 milioni di cinque anni fa ai 197 milioni del 2015. E' quanto emerge dal rendiconto della Regione per il 2016 approvato nei giorni scorsi dalla giunta Crocetta. Per l'assessore all'Economia, Alessandro Baccei, a incidere sul rimbalzo sono stati i debiti fuori bilancio, pari a circa 40 milioni di euro: spese sostenute in anni precedenti ma contabilizzate nell'esercizio 2016. Al net...
Lavoro, News Sicilia, Notizie

Dipendente inamovibili alla Regione. Per i sindacati la colpa è di Crocetta

“Il presidente Crocetta ha lanciato accuse che non ci toccano. Non crediamo che voglia o possa confutare lo Statuto dei Lavoratori e la legge 104 e se teme che ci siano meccanismi poco chiari saremo ben lieti, come sempre, di fornire nomi e date per fugare qualsiasi dubbio. Le procedure per la mobilità, volute da questo governo e per le quali abbiamo a lungo trattato evidenziandone gli aspetti che avrebbero causato difficoltà applicative, sono invece il vero ostacolo ai trasferimenti. Non obbediscono a nessun criterio oggettivo e funzionale per un miglioramento dell'amministrazione. I trasferimenti che devono essere deliberati dalla giunta di governo significa allungare i tempi e soprattutto affidare ai giochi politici e ai veti incrociati l’efficienza della macchina regionale. Questo è ef...
Idee & Opinioni, Lavoro, News Sicilia, Notizie

"Noi ex sportellisti abbiamo diritto ad essere assunti dalla Regione Siciliana"

Il Mattino di Sicilia ha pubblicato qualche giorno fa la notizia di un piano di 1500 assunzioni della Regione Siciliana, senza concorso. Una norma, al vaglio delle commissioni parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana, prevede infatti l’inquadramento dei cosiddetti “ex sportellisti”, personale impiegato in passato per progetti ad hoc e poi non riconfermato. La denuncia viene dal Cobas - Codir. Pubblichiamo qui di seguito l'intervento di una lavoratrice, che risponde alle denunce del sindacato e rivendica la legittimità delle assunzioni. *** Avvertiamo un certo imbarazzo e una notevole difficoltà nel rispondere a quelli che riteniamo siano solo miserevoli azioni di chi alza le barricate, e non lo fa per tutelare un diritto e neppure per affermarlo, ma per infierire gratuitamente contr...
Piano da 1500 assunzioni (senza concorso) alla Regione Siciliana
Lavoro, News Sicilia, Notizie

Piano da 1500 assunzioni (senza concorso) alla Regione Siciliana

Piano da 1500 assunzioni (senza concorso) alla Regione Siciliana.  Maxi-assunzione in arrivo in Sicilia per 1.500 persone alla Regione, che ha già in organico 16mila dipendenti. Una norma, al vaglio delle commissioni parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana, prevede infatti l’inquadramento dei cosiddetti “ex sportellisti”, personale impiegato in passato per progetti ad hoc e poi non riconfermato. In base alla norma saranno assunti con contratti a tempo determinato per due anni e saranno messi in servizio nei centri per l’impiego dell’assessorato al Lavoro. La disposizione è contenuta all’articolo 15 del disegno di legge omnibus che dopo l’esame in commissione Bilancio dovrebbe arrivare nell’aula parlamentare entro fine mese. Grida allo scandalo il Cobas – Codir, il sindacato più rap...
News Sicilia, Notizie

Sicilia, ufficio stampa della Regione senza concorso né contratto

«Un arretramento, dopo anni di battaglie, che non possiamo accettare». Così l’Associazione siciliana della stampa commenta la proposta di intervento sulla legge degli uffici stampa presentata dal governo regionale nella legge finanziaria in discussione in queste ore all’Assemblea Regionale Siciliana. «L'ipotesi di “resuscitare” l'ufficio stampa della presidenza della Regione, azzerato con 23 licenziamenti dal presidente Rosario Crocetta subito dopo il suo insediamento, attraverso la legge di stabilità regionale crea un grave “vulnus” alla normativa vigente che prevede l’accesso per concorso e l’applicazione del contratto nazionale di lavoro giornalistico nella pubblica amministrazione», prosegue il sindacato regionale che poi spiega come, prevedendo in finanziaria regionale di inserire un ...
News Sicilia

Economia siciliana, il 2016 si annuncia anno della ripresa

L'economia siciliana dovrebbe tornare a brillare (si fa per dire) nel 2016 o almeno avviare un percorso di ripresa dopo sette anni di crisi profonda che ha inciso sul tessuto economico nazionale e soprattutto regionale. Segnali di ottimismo per la Sicilia grazie a segnali di stabilizzazione del ciclo economico. L'anno che sta per arrivare dovrebbe essere quello di una, faticosa, svolta con ritmi più evidenti di una ripresa economica nella regione. Almeno secondo l'Analisi congiunturale del Servizio statistica della Regione siciliana. "Le più aggiornate informazioni - spiega il responsabile Giuseppe Nobile - indicano infatti un'uscita dalla fase recessiva per l'economia siciliana, grazie alla ripresa della domanda interna sostenuta in special modo dai consumi delle famiglie", ma la possibil...
Sicilia, la Regione taglia le società partecipate, ne restano solo dieci
News Sicilia, Notizie

Sicilia, la Regione taglia le società partecipate, ne restano solo dieci

Come avevamo anticipato nei giorni scorsi, la Regione Siciliana ha adottato il piano dell'Assessore all'Economia Alessandro Baccei che taglia in maniera consistente il numero delle società partecipate della Regione. Ne resteranno comunque dieci. Fino a pochi anni fa erano ben 34 le società partecipate dalla Regione, carrozzoni utili solamente a creare debiti e ad impostare politici trombati alle elezioni. Poi ne sono rimaste 18, adesso altre 8 spariscono secondo il piano del Governo Crocetta. Ma il piano è molto più drastico rispetto alle anticipazioni, perché, ad esempio, delle 10 società salvate, tre, Sviluppo Italia, Mercati agroalimentari e Parco scientifico e tecnologico, chiuderanno probabilmente per le forti passività. Infatti, se anche il 2015 dovesse chiudersi in perdita, sarebbe ...
Aeroporto di Trapani, la Regione si rimangia la nomina di Giudice
News Sicilia, Notizie

Aeroporto di Trapani, la Regione si rimangia la nomina di Giudice

 Aeroporto di Trapani, la Regione si rimangia la nomina di Giudice. Stallo all'aeroporto di Trapani Birgi per la nomina del nuovo Cda dell'Airgest. Come abbiamo anticipato nei giorni scorsi la nomina era cosa fatta, e già venerdì l'assemblea dei soci aveva scelto i componenti del Cda e il nuovo presidente, Franco Giudice. Poi la Regione, socia di maggioranza relativa, si è accorta che un Cda di tre soli uomini non poteva essere fatto. E allora l'assemblea è stata rinviata ad ieri, lunedì, per la continuazione e la nomina del componente del Cda donna al posto di Fulvio Bellomo, dirigente dell'Assessorato Infrastrutture e Trasporti. E invece, dalla Regione non si è presentato nessuno. Tutto rinviato. Una clamorosa marcia indietro? Non si capisce. Ma l'irritazione, soprattutto tra i soci priv...