Disabili, Crocetta risponde a Pif e Jovanotti “Asp stanno erogando l’assegno di cura”

Condividi

“In merito alle diverse voci circolate in questi giorni, voglio rassicurare tutti che la Regione ha già compiuto tutti gli atti necessari per erogare ai soggetti con disabilità gravissima, l’assegno di cura di 18 mila euro l’anno, il più alto in Italia rispetto a tutte le altre regioni”.

Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta risponde così, con una nota, all’appello rilanciato nei giorni scorsi da Pif e accolto ieri anche da Jovanotti, che chiedevano al governatore siciliano di mettere la questione disabili “al punto uno dell’agenda” e di “schierarsi apertamente, se ha problemi a intervenire”. L’appello dei due artisti era stata accolto anche da Fiorello che, tramite un post su Facebook, si era detto “dispiaciuto che ciò accada in Sicilia”.

“Preciso – continua il presidente – che l’attuale fondo per la disabilità in Sicilia, dopo l’ultima finanziaria, è di 240 milioni di euro per l’assistenza e 300 milioni per l’assistenza integrata da parte delle Asp. Le Aziende sanitarie hanno già ricevuto i fondi per l’assegno di cura da destinare alle persone con disabilità. Per poter accedere a tali fondi, il soggetto interessato deve siglare un patto di cura per assicurare che tali risorse verranno utilizzate per il benessere della persona con disabilità e comunicare le coordinate bancarie. Tali procedure sono in corso e nei prossimi giorni verranno erogati i fondi alle persone beneficiarie.

Leggi anche:  Sorella Sanità: Cassazione annulla ordine di arresto per deputato Carmelo Pullara

La platea interessata è di 1750 disabili gravissimi. Coloro che non avessero ancora fatto richiesta per l’assegno di cura, possono farlo rivolgendosi alle Asp. Davvero – conclude il presidente – non riesco a capire le polemiche di
questi giorni”.

0 thoughts on “Disabili, Crocetta risponde a Pif e Jovanotti “Asp stanno erogando l’assegno di cura””

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *