Procura di Enna: “Scarsi controlli e utili come quelli del traffico di armi”

L’inadeguatezza dei controlli sull’agricoltura effettuati in questi ultimi anni, ha permesso di creare un sistema truffaldino con utili paragonabili a quelli del traffico delle armi o della droga, ma con minori rischi dal punto di vista penale”.

E’ l’accusa della Procura di Enna, che coordina l’inchiesta su un vasto sistema di frodi sui contributi all’agricoltura, quantificato in 80 milioni di euro, con il coinvolgimento di centinaia di soggetti tra Enna, Catania e Messina. Oggi è scattato un provvedimento di sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

>