venerdì, aprile 16

Tag: Isis

Catania, arrestato 32enne affiliato all’Isis: reclutava kamikaze sui social

Catania, arrestato 32enne affiliato all’Isis: reclutava kamikaze sui social

Cronaca
La polizia di Catania ha arrestato un pregiudicato catanese di 32 anni per apologia del terrorismo mediante strumenti informatici e per istigazione ad arruolarsi in associazioni terroristiche. Secondo l'accusa, l'uomo, dopo essersi convertito all'islamismo nel 2011, aveva iniziato a utilizzare i social network per la sua attività di propaganda e di diffusione mediatica. Nei suoi confronti è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del capoluogo etneo. 
Terrorismo e immigrazione clandestina, blitz del Ros: 15 fermi

Terrorismo e immigrazione clandestina, blitz del Ros: 15 fermi

Cronaca
Con 2.500 euro era possibile raggiungere le coste trapanesi partendo dalla Tunisia a bordo di gommoni veloci: era il metodo usato dall'organizzazione criminale scoperta dai carabinieri del Ros che stanno eseguendo 15 fermi per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e istigazione al terrorismo. Per i pm di Palermo, che hanno disposto i fermi, la banda rappresenta "una minaccia alla sicurezza nazionale perché in grado di fornire un passaggio marittimo sicuro e celere particolarmente appetibile per persone ricercate dalle forze di sicurezza tunisine o sospettate di connessioni con formazioni terroristiche". L'organizzazione criminale, che operava in Italia e Tunisia, contrabbandava anche tabacchi lavorati esteri smerciati nel palermitano grazie alla mediazione di comp...
I narcos scelgono il Canale di Sicilia come nuova rotta del traffico mondiale di droga

I narcos scelgono il Canale di Sicilia come nuova rotta del traffico mondiale di droga

Cronaca, Notizie, Storie & reportage
Il Canale di Sicilia è la nuova rotta preferita dai trafficanti di droga. Lo scrive la giornalista Romina Marceca, in un articolo del 30 novembre pubblicato sul quotidiano La Repubblica.  La rotta che attraversa il Canale di Sicilia negli ultimi anni è stata la più utilizzata. Lo prova il fatto che gli inquirenti hanno sequestrato in questo tratto di mare in cinque anni oltre 180 tonnellate di hashish, per un valore di quasi 2 miliardi di euro, dodici imbarcazioni tra velieri, navi mercantili, pescherecci e yacht, e arrestato 105 persone.  Intanto Francia, Grecia, Italia e Spagna hanno istituito, nel 2016, un tavolo permanente, sotto la guida dell’Europol, per monitorare viaggi diventati sempre più frequenti. La cooperazione fra i quattro paesi ha portato al...
Vittoria, espulso 29enne tunisino: inneggiava all’Isis

Vittoria, espulso 29enne tunisino: inneggiava all’Isis

Cronaca, Notizie
Un cittadino tunisino di 29 anni, T. G., con precedenti per spaccio, già residente a Vittoria, è stato espulso dal territorio nazionale perché ritenuto "pericoloso per la sicurezza e la tranquillità pubblica". Il provvedimento del Prefetto di Ragusa è arrivato a seguito di indagini avviate alla fine dello scorso anno dai Carabinieri. L'uomo aveva foto ed immagini su Facebook e sul proprio cellulare che indicavano chiaramente un'adesione, quanto meno ideologica, al terrorismo di matrice religiosa islamica. Non sono emersi ulteriori riscontri relativi a progettualità ostili o collegamenti tra l'interessato con esponenti di organizzazioni terroristiche. L'uomo, dopo un periodo di permanenza presso il CPR di Brindisi, è stato rimpatriato dalla frontiera di Roma Fiumicino al paese di provenie...
Paolo Andolina: foreign fighter siciliano che combatte in Siria contro l’Isis

Paolo Andolina: foreign fighter siciliano che combatte in Siria contro l’Isis

Notizie, Storie & reportage
"Sono pronto anche a morire ma so che sto combattendo dalla parte giusta della storia". Lo racconta all'agenzia di stampa Agi il 26enne siciliano Paolo Andolina, nome da combattimento 'Azadi', unico siciliano a essere in Siria per combattere l'Isis. Nato a Pachino, in provincia di Siracusa, e da tutti conosciuto come 'Paolo Pachino' è un cuoco, e racconta di provenire da "una famiglia non certamente ricca" e di essere "cresciuto nelle case popolari". Sono un 'foreign fighter', ma dalla parte giusta" - commenta. Nove mesi fa è partito per la Siria e adesso fa parte dello Ypg. "Lo Ypg è l'Unità di difesa del popolo - spiega - che difende i popoli della confederazione democratica della Siria, conosciuta da tutti come Rojava. Prima di venire qua ho sempre militato nei movimenti e portato av...
Rischio terrorismo anche in Sicilia, indagini su cellule islamiste

Rischio terrorismo anche in Sicilia, indagini su cellule islamiste

News Sicilia
"Sono emersi processi di radicalizzazione di alcuni soggetti nei centri per immigrati e, attraverso monitoraggi della Polizia postale, sono state trovate sul web tracce di questi processi. Vi sono indagini in corso e non posso dire altro". Così il procuratore generale di Caltanissetta, Sergio Lari, in un'intervista al Giornale di Sicilia, mentre scatta anche nel Nisseno, per le festività pasquali, il piano antiterrorismo del ministero dell'Interno. Secondo il magistrato, l'allarme terrorismo "è concreto. Il Nisseno è un territorio delicato, ma parlo anche di Enna. Vi è la presenza di numerosi centri di accoglienza e di uno dei pochi Cie che accoglie soggetti scarcerati. In un caso si è arrivati a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un pakistano che ci risulta aver fat...

Italy to allow US drones to fly out of Sicily air base for attacks on Isis

News Sicilia
Italy will allow armed US drones to fly out of an American base in Sicily to launch attacks against the Islamic State in Libya and other countries in northern Africa where the extremist group poses a threat. The agreement comes after a year of negotiations between the US and Italy and amid growing concern that Isis is gaining strength in Libya. The Italian defense ministry confirmed the news, which was first reported on Monday by the Wall Street Journal. A US official told the Guardian that the US had been granted permission to fly armed drones out of the Sicilian base since January. The deal does not give the US free reign to use its base in Sicily without restrictions. The US will have to secure permission from the Italian government each time it wants to release an armed drone and the m...

Mafia 'may cut ISIS infiltration risk'. Mob 'kept terrorists out in 1970s'

News Sicilia
The deputy chair of the National Anti-Mafia Commission said Wednesday that mafia and organized crime in Sicily might keep the island region safe from Islamist terrorist infiltration. "I am not surprised Sicily may be thought to be not at risk of Islamic State (ISIS) infiltration due to the presence of the Mafia," Claudio Fava told reporters at a regional anti-Mafia commission hearing. "We've already seen that during the years of (domestic) terrorism in Italy". In the mid-70s Cosa Nostra exercised "armed surveillance" over Sicily, Fava said. "It's no accident there were no kidnappings, and when they did occur they were carried out not to extort money but as Mafia punishments". However Islamic extremism is unpredictable by definition, he added. "When dealing with people willing to commit sui...