Tag: mare

Mare, in Sicilia quasi tutte le province superano i limiti di inquinamento
Notizie

Mare, in Sicilia quasi tutte le province superano i limiti di inquinamento

È una fotografia drammatica quella scattata da Goletta Verde lungo le coste siciliane che continuano a subire la minaccia della mancata depurazione: su ventisei punti monitorati ben ventidue presentano cariche batteriche elevate. Nel mirino ci sono sempre canali e foci che continuano a riversare in mare scarichi non adeguatamente depurati. E ci sono anche record assoluti, con situazioni che nonostante esposti dell’associazione e controlli delle forze dell’ordine mostrano un inquinamento ormai cronico: è il caso della foce del fiume Alcantara, che da anni presenta livelli di inquinamento elevatissimi e dove la presenza di un depuratore sottodimensionato non permette di trattare adeguatamente i carichi inquinanti che arrivano dai Comuni di Giardini Naxos, Taormina e Castelmola, o la vergogno...
Catania, accessibili solo spiagge libere e passerella disabili a San Giovanni Li Cuti
News Sicilia

Catania, accessibili solo spiagge libere e passerella disabili a San Giovanni Li Cuti

“E' un paradosso: Catania è una città di mare che a fine giugno si ritrova a non poter fruire di solarium e spiagge libere per ritardi burocratici e amministrativi inammissibili. Chiediamo scusa ai catanesi, anche se non abbiamo responsabilità diretta,  ma assicuriamo che con il nostro impegno di governo negli anni a venire tutto ciò non accada mai più”. Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese nel corso di un incontro sullo stato dell'arte della balneazione catanese che si è svolto nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti.  Erano presenti gli assessori designati Ludovico Balsamo, Fabio Cantarella e Sergio Parisi che oltre allo Sport avrà la delega al Mare, come preannunciato dal sindaco. “La situazione che abbiamo trovato è di paralisi - ha sottolineato il primo cittadino -. Non sono ne...
News Sicilia, Notizie

La mancata depurazione continua a essere una delle maggiori minacce del mare siciliano

La mancata depurazione continua a essere una delle maggiori minacce del mare siciliano: su ventisei punti monitorati da Goletta Verde ben diciassette presentavano cariche batteriche elevate, anche più del doppio dei limiti imposti dalla normativa, con un giudizio dunque di “fortemente inquinato”. Nel mirino ci sono sempre scarichi di depuratori che evidentemente continuano a non funzionare a dovere, canali, foci di fiumi e torrenti. Una situazione non più tollerabile che rischia di compromettere non solo le bellezze naturali di questa regione, ma la stessa economia turistica. I fondi disponibili ci sono e non sono stati quasi per nulla utilizzati, per questo chiediamo a Regione e comuni, sia costieri che dell’entroterra, di fare fronte comune per risolvere finalmente l’emergenza depurativa...
News Sicilia, Notizie

Reati a danno del mare, Sicilia seconda in Italia

Pesca di frodo, cemento illegale, inquinamento: sono oltre tremila i reati a danno del mare accertati dalle forze dell’ordine nel corso del 2015 lungo le coste della Sicilia, praticamente 8,2 infrazioni al giorno, due reati per ogni chilometro di costa, il 16,4% dei reati registrati in Italia.  Numeri da capogiro che piazzano la Sicilia al secondo posto in Italia nella poco lusinghiera classifica del dossier Mare Monstrum di Legambiente. A far peggio solo la Campania. Le due regioni, da sole, rappresentano un terzo di tutti i reati accertati nella Penisola.  A fare da contraltare però ci sono le anche buone notizie: i comportamenti virtuosi, i provvedimenti e i sempre maggiori controlli che si stanno mettendo in campo. A partire dalle esperienze delle Aree marine protette, veri baluardi de...
News Sicilia, Notizie

Trivelle in mare, tutto quello che c'è da sapere sul referendum del 17 Aprile

Trivelle in mare «sì», trivelle in mare «no». Il prossimo 17 aprile, come stabilito dal Consiglio dei Ministri lo scorso mese di febbraio, i cittadini saranno chiamati per la consultazione popolare e votare il referendum riguardante le trivellazioni in mare. Ecco in dieci punti tutto quello che c’è da sapere sul voto referendario promosso da nove consigli regionali, appoggiati da movimenti e associazioni ambientaliste. 1. Il referendum si svolgerà il 17 aprile 2016. Per risparmiare sull’allestimento dei seggi, in molti chiedevano di spostare il voto a giugno, quando in diverse città italiane si terranno le elezioni amministrative. La legge (decreto 98 del 2011) non prevede, però, che le elezioni possano svolgersi in concomitanza con un referendum. L’ultimo precedente, in tal senso, risale ...
News Sicilia, Notizie

Parco eolico nel mare tra la Sicilia e Pantelleria, la società perde il ricorso al Tar

 Il Tar, il tribunale amministrativo, pone la parola fine - forse - al progetto per l'installazione di un parco eolico in mare al largo di Pantelleria. La società C&C Consulting Engeneering srl (ex For Wind s.r.l) è l'autrice del progetto di realizzazione di 38 torri eoliche nella fascia di mare dove insistono le aree conosciute come «Banco Avventura» e «Banco Pantelleria». I cavidotti dovevano passare per il litorale selinuntino per arrivare sino a Partanna dove doveva essere allocata la centrale elettrica. La terza Sezione del Tar del Lazio  lo scorso 18 novembre, accogliendo le difese delle resistenti Amministrazioni, tra le quali quelle dei Comuni di Partanna e Castelvetrano ha rigettato il ricorso promosso dalla società avverso il diniego del ministero dell’Ambiente al rilascio de...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Isole Egadi, le fogne scaricano in mare

Isole Egadi, le fogne scaricano in mare.   Sia l’isola di Favignana che l’isola di Marettimo sono dotate di sistema di collettamento del refluo. I sistemi sono privi di impianti di depurazione e quindi, i reflui non depurati sono scaricati direttamente nel Mar Mediterraneo, ossia nelle acque dell’area marina protetta più grande d’Europa. La denuncia arriva dal giornalista Tommaso Botto sul sito dovatu.it. "Sarà per questo che le isole Egadi sono prive della fantomatica Bandiera Blu?" si chiede Botto.  "E pensate un po’ a quanto ammontano i volumi di tutti questi reflui se è vera la stima di circa cinquantamila presenze giornaliere durante l’apice della stagione estiva, solo sull’isola di Favignana" scrive il giornalista. A Levanzo non c’è nemmeno un ‘tubone’ che disperda i reflui lontano ...
News Sicilia, Province siciliane

San Vito Lo Capo, scoperti altri varchi al mare abusivi

San Vito Lo Capo protagonista di un'altra vicenda di violenza al paesaggio e alla costa. Sono stati infatti scoperti altri varchi al mare abusivi, dopo quello di Macari, che tante polemiche aveva suscitato (era stata addirittura spianata una scogliera...). A un migliaio di metri in linea d’aria dal precedente scempio della scogliera di Macari, una delle coste più belle e ancora vergini d’Italia, quella trapanese di San Vito lo Capo, subisce un nuovo sfregio: tre nuovi varchi abusivi sono stati infatti realizzati tra il Bue Marino e la baia di Santa Margherita, sempre a Macari, località balneare in cui non c’è una sola villetta. È una zona che sorge a metà strada fra Palermo e Trapani ed è sottoposta a rigorosissimi vincoli paesaggistici. Da parte sua, il Sindaco Matteo Rizzo è  intervenuto...
News Sicilia, Province siciliane

Via libera dal Tar alle trivellazioni nel Mediterraneo: sei pozzi nel mare davanti Gela

Via libera, si può trivellare nel mare davanti Gela. Lo ha deciso il Tar del Lazio rigettando il ricorso contro il progetto “Off shore Ibleo” dell’Eni. Si tratta del completamento di sei pozzi di estrazioni di gas nei campi Argo e Cassiopea e le perforazioni chiamate Centauro 1 e Gemini 1. I pozzi insistono nello spicchio di Canale di Sicilia tra Licata, Gela e Ragusa. I ricorsi contro le perforazioni erano stati presentati da cinque associazioni ambientaliste, dall’Anci, dai Comuni di Ragusa, Santa Croce Camerina, Palma di Montechiaro, Licata, Scicli e Vittoria, ma anche Legacoop Pesca Sicilia e Touring Club Italia. Il procedimento amministrativo era stato avviato contro la presidenza del Consiglio dei Ministri, i ministeri dell’Ambiente, Beni Culturali e Svilupo Economico, e contro il Co...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

A Pantelleria una trottola che cattura energia dalle onde. Ecco come funziona Iswec

Catturare l’energia del mare con una ‘trottola’ hitech montata su una zattera a basso impatto ambientale: è questo il progetto vincitore dei NI Engineering Impact Awards 2015, il riconoscimento dato da National Instruments alle migliori applicazioni tecniche dei suoi software e hardware nei più svariati settori industriali. Il progetto vincitore, battezzato come Iswec (Inertial Sea Wave Energy Converter), è nato dieci anni fa nei laboratori del Politecnico di Torino e oggi sta diventando realtà grazie ad uno spin off di giovani ricercatori, che puntano a installare il primo prototipo al largo di Pantelleria già nel mese di aprile. Il sistema che hanno sviluppato è una specie di grande zattera tecnologica, lunga 15 metri per 8 metri di larghezza e 5 metri di altezza, che galleggia a pelo d’...
“Un mare di fondi per i giovani”. Ad Augusta il “Blue Day” sulla pesca nel Mediterraneo
News Sicilia

“Un mare di fondi per i giovani”. Ad Augusta il “Blue Day” sulla pesca nel Mediterraneo

A bordo della Portaerei Cavour, ormeggiata al porto per l'occasione si è tenuto ad Augusta il Blue Day, l'evento lungo il giorno che, alla presenze del Ministro per le Politiche Agricole Martina, ha cercato di fare il punto sullo scenario della pesca e sulle opportunità soprattutto per il bacino della Sicilia Orientale. La conferenza  è stata promossa dalla Presidenza Italiana del Consiglio della UE, insieme con la DG Mare della Commissione Europea e organizzata dalla Port Authority di Augusta. Tema:  "la salvaguardia e la tutela dei mari, nonché della sostenibilità della pesca e la sicurezza alimentare, relativamente ai benefici che queste apportano alle comunità marittime del Vecchio continente". "Una regia globale della Blue economy è una grande occasione, perché l'economia del ...