Come funziona la truffa all'Inps dei falsi braccianti

Qualcosa non quadrava negli ultimi tempi nei conti dell’INPS. Da quei conti e dalle erogazioni delle indennità di disoccupazione emesse dall’istituto di previdenza sociale in favore dei disoccupati, si è intuito che c’era un improvviso e temporaneo aumento dell’occupazione nel comparto agricolo in Sicilia, e la cosa che dava più sospetto è che questa era concentrata in determinati territori dell’isola. Da […]

Continue reading »

Alcamo, sei arresti per truffa e corruzione. C'è anche l'ex vice sindaco

Sono stati emessi ad Alcamo 6 ordini di carcerazione e un divieto di esercizio professionale dalla procura di Trapani, su indagini della Guardia di Finanza. Uno ha raggiunto l’ex vice-sindaco di Alcamo, Pasquale Perricone, fondatore del movimento Area Democratica e rientrato, da alcuni mesi, nel PSI. Perricone è finito in carcere assieme a Marianna Cottone, 33 anni, Emanuele Asta 55enne […]

Continue reading »

Truffa con i fondi contro la disoccupazione. Scoperti 163 casi in Sicilia

Percepivano senza averne diritto fondi pubblici destinati a combattere la disoccupazione. Sono stati scoperti dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di finanza 1.079 ‘furbetti’. Dovranno ora restituire allo Stato 39,5 milioni di euro di risorse indebitamente acquisite. L’operazione è stata condotta in collaborazione con l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa – […]

Continue reading »

Truffa, arrestato monsignore. Sequestrato sito archeologico a Selinunte

La Guardia di finanza  ha arrestato monsignor Patrizio Benvenuti, alto prelato 64enne di origini argentine, già secondo Cappellano Militare alla Scuola di Telecomunicazioni delle Forze Armate gestita dalla Marina Militare a Chiavari. Il monsignore è accusato di una truffa da 30 milioni di euro ai danni di quasi 300 persone, prevalentemente residenti all’estero, per lo più in età avanzata. Versavano i […]

Continue reading »

Tirature e costi gonfiati. La Finanza indaga sul "Quotidiano di Sicilia"

Tirature e costi gonfiati. La Finanza indaga sul “Quotidiano di Sicilia”.  Il sequestro preventivo di circa 452.000 euro è stato eseguito dai finanzieri del Comando provinciale di Catania, coordinati dal Gruppo per i “reati contro la criminalità economica” della Procura, nei confronti della Ediservice Srl’, società editrice del ‘Quotidiano di Sicilia, in relazione all’indebita percezione, negli anni dal 2010 al […]

Continue reading »

La maxi truffa al servizio antincendio della Sicilia. Ditte senza elicotteri, senza piloti…

Se la Sicilia brucia non è solo colpa della cattiva politica o della burocrazia. C’è, sempre la criminalità. Maxi truffa al servizio antincendio della Sicilia. E’ stata scoperta dalla Procura di Palermo, che ha sequestrato 12 milioni di euro e 4 aziende, che avevano vinto la gara della Regione Siciliana attestando il falso, e cioè elicotteri che non avevano, disponibilità di […]

Continue reading »

Laureati ma non architetti. Studenti truffati all’Università Palermo

Erano convinti di poter accedere all’albo degli architetti dopo la laurea, così come era scritto nella “Guida dello studente”, ma al termine del corso scoprirono la truffa e fecero denuncia. Alcuni studenti hanno deposto oggi davanti al Tribunale di Palermo che processa, per truffa aggravata, il professore Franco Tomaselli, ex presidente del corso di laurea che avrebbe dovuto sfornare “architetti […]

Continue reading »

Truffa aggravata, guai per la Cantina Calatrasi, indagati Maurizio e Giuseppe Miccichè

Gli imprenditori vinicoli Maurizio e Giuseppe Micicchè, proprietari della cantina Calatrasi di San Giuseppe Jato (Pa), sono indagati insieme ad una zia e ad un dipendente di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e riciclaggio. L’azienda è nota al grande pubblico perché produce vini di qualità presenti anche nella grande distribuzione, coma Ljetas, Terrale e la linea D’Istinto. […]

Continue reading »

Truffa dell’eolico, chiesti cinque anni di reclusione per Vito Nicastri “il re del vento”

Il pm Luigi Luzi ha chiesto ieri al Tribunale di Milano  la condanna a 5 anni e 8 mesi, più la confisca di 5,6 milioni sotto sequestro in Italia e di altri 2 milioni a Malta, per lo «sviluppatore» di parchi eolici Vito Nicastri, di Alcamo, imputato di truffa allo Stato e omessa dichiarazione fiscale. Chiesti anche 4 anni e 10 mesi per Gaetano Buglisi e 4 anni per […]

Continue reading »
1 2