Ennesima norma regionale impugnata, illegittima la nomina dei direttori generali

Condividi

Ennesima “doccia gelata” per il Governo Crocetta. Il Consiglio dei ministri ha impugnato la legge 4 dell’1 marzo 2017, “Proroga dell’esercizio provvisorio per l’anno 2017 e istituzione del Fondo regionale per la disabilità. Norme urgenti per le procedure di nomina nel settore sanitario regionale”.

“Una norma, riguardante la nomina dei direttori generali delle aziende sanitarie – spiega Palazzo Chigi -, eccede le competenze attribuite alla Regione dallo Statuto speciale e, in quanto prevede commissariamenti non consentiti dalla normativa statale di riferimento, si pone in contrasto con i principi fondamentali in materia di tutela della salute, in violazione dell’art.117, terzo comma, della Costituzione, e dei principi di ragionevolezza, di adeguatezza, e di buon andamento dell’amministrazione di cui agli artt. 3 e 97 della Costituzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.