Il tentativo di censurare Fedez e la mediocre Rai nelle mani di Salvini

Fedez

E niente. C’è questa storia di Fedez al Concertone del Primo maggio che vorrebbe dire quattro parole in libertà. E’ nello spirito del Concertone, del Primo maggio, della forza di un sindacato di sinistra, democratico, rappresentante de noantri. Ma arriva la richiesta di vedere prima il discorso : non si sa mai il rapper possa disturbare il manovratore, dire qualche […]

» Read more

Strage Borsellino e le accuse di Fiammetta. Quando si comincerà a indagare veramente?

Fiammetta Borsellino

E ora? Ora che un altro si è presentato alla nostra porta per raccontare la sua verità sulla strage di Via d’Amelio del 19 luglio 1992 in cui morirono il magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta? Che facciamo? Ora che questo signore, con 80 omicidi alle spalle, racconta di aver preparato lui l’esplosivo per Borsellino e dice di […]

» Read more

Palermo zona rossa: commercianti alla fame e centri socio-educativi aperti. Ma la legge è uguale per tutti?

Ci risulta per segnalazioni ricevute che a Palermo, che da oggi è in zona rossa causa Covid fino al 14 aprile, ci sono strutture che si presentano come centri socio-educativi che sono aperti. Non si tratta di strutture sanitarie ma di associazioni culturali come potrebbe esserlo un circolo Arci o Anspi o altro. Sono strutture frequentate da soggetti particolarmente fragili […]

» Read more

Covid, non solo Rt: il valore politico dei numeri della nostra vita

numeri Covid Rt

Il ragionamento, lo diciamo subito, non è nostro. Ma lo condiamo totalmente e per questo ve lo sottoponiamo. Perché contiene in sé una richiesta semplice quanto rivoluzionaria: i numeri non sono solo importanti ma devono essere trasparenti. E poi contiene un’osservazione che può apparire secondaria ma non lo è: i numeri possono essere rappresentati in modi diversi. Così quando qualcuno […]

» Read more

In Sicilia si accusa il superburocrate Mario La Rocca, ma primarioni e manager hanno fatto il gioco sporco

Mario la Rocca

“Non è accettabile che noi si subisca ulteriori restrizioni perché c’è resistenza da parte di qualcuno ad aprire posti letto di terapia intensiva o ordinari. Sono a casa, da tre settimane col Covid, ed è da tre settimane che vi prego di aprire posti” . Questa frase è di Mario La Rocca, il superburocrate siciliano finito (e non si capisce […]

» Read more

Coronavirus, Sicilia in arancione: più medici sul territorio e meno forestali

Coronavirus

L’inserimento della Sicilia nella zona arancione ai fini del contrasto alla diffusione del Coronavirus pone una serie di interrogativi. Ma uno in particolare diventa quasi un tarlo: c’è qualcosa che non sappiamo e che ha motivato la scelta del presidente del Consiglio e del ministro della Salute? Per essere più chiari: quali sono i motivi che hanno spinto il governo […]

» Read more

Il Pd è ormai un partito di sinistri

Partito democratico siciliano

Ancora una volta il Pd siciliano mette in scena uno spettacolo indecoroso e indegno. La vicenda dei congressi provinciali mostra ciò che rimane di un partito, la parte peggiore di un aggregato di soggetti privi di idee ma pronti a tutto pur di occupare una poltrona, di ritagliarsi uno spazietto in una qualsiasi cadrega sicula. Non resta più nulla di […]

» Read more

Rifiuti, Bellolampo è al collasso ma Orlando fa lo splendido con i sindaci

Italia Viva Sinistra Comune Leoluca Orlando

Fa davvero ridere questa storia di Leoluca Orlando salvatore della patria. Il suo comunicato stampa sulla protesta dei 50 sindaci sembra quasi fantasioso. Da più di un mese ci stanno dicendo che la discarica di Bellolampo è al collasso, che rischia di chiudere a momenti. Ci hanno detto che è stata chiusa a 50 comuni perché non può assorbire i […]

» Read more

E Sgarbi lanciò la pornopolitica

Se ne sentiva proprio la mancanza. In effetti tutto sembrava così scontato, ovvio e dunque noioso. E così l’analisi freudiana, cossighiana di Vittorio Sgarbi ha portato un po’ di spettacolo in questa triste e stantia campagna elettorale  per le elezioni regionali in Sicilia. Abbiamo assistito a un’altra categoria: quella della pornopolitica. Perché la gente, almeno questo si capisce dalle parole […]

» Read more

Sicilia, sviluppo: una regione che muore e il gioco delle tre carte della politica

Il dovere della politica, si sa, è quello di dare risposte a cittadini e imprese. Ma ormai, in Sicilia, questa è diventata una mera dichiarazione di principio. Lo abbiamo visto negli ultimi giorni con il caos scoppiato in giunta, ma lo abbiamo ancor di più visto con il gioco delle tre carte che ormai caratterizza l’operato dell’Assemblea regionale siciliana: qui […]

» Read more
1 2 3 5