lunedì, aprile 19

Tag: Riccardo Nuti

Rifiuti a Palermo, Nuti: “La Rap verso il fallimento”

Province siciliane
« Lo si dica chiaramente: la Rap, la partecipata che si occupa della gestione rifiuti a Palermo, è il fallimento totale, sotto ogni punto di vista, di Leoluca Orlando e del consiglio comunale». Questa è la denuncia lanciata dal deputato Riccardo Nuti, in merito all’emergenza rifiuti che sta vivendo il capoluogo siciliano. «Orlando forse dimentica – continua Nuti – che a lanciarsi in sperticati e vuoti elogi sulla Rap fu proprio il nostro buon sindaco che parlava già nel 2013 di un servizio di qualità ed efficiente che la Rap avrebbe assicurato. E allora chiediamoci: cosa abbiamo a distanza di quattro anni? Costantemente, e non solo ora, strade inondate di rifiuti, odore nauseabondo e un servizio che definire scadente è un complimento». «La verità – afferma ancora Nuti – è che, al di là ...
Scandalo firme false M5S a Palermo: in 14 rinviati a giudizio

Scandalo firme false M5S a Palermo: in 14 rinviati a giudizio

Politica & retroscena
Il gup di Palermo Nicola Aiello ha rinviato a giudizio 14 persone, tra cui i deputati Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, nell'ambito della vicenda sulle firme false raccolte dal Movimento 5 Stelle in vista delle elezioni comunali di Palermo del 2012. Alla sbarra, il prossimo 3 ottobre, compariranno oltre ai tre esponenti attualmente sospesi dal movimento di Beppe Grillo, anche l'ex assistente parlamentare regionale pentastellata Samantha Busalacchi, Pietro Salvino, marito di Claudia Mannino, e Riccardo Ricciardi, marito della deputata Loredana Lupo, non coinvolta nell'inchiesta. Tutti nei mesi scorsi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Rinviati a giudizio, poi, i deputati regionali siciliani Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, che hanno fin da subito collabora...
Addiopizzo querela Andrea Cottone: “Contro di noi solo falsità”

Addiopizzo querela Andrea Cottone: “Contro di noi solo falsità”

Politica & retroscena
''Andrea Cottone, l'autore delle diffamazioni contenute nel video, è stato un nostro socio e ha lasciato Addiopizzo nell'estate 2008. Tuttavia, molti dei fatti citati riguardano un periodo successivo alla sua uscita dall'associazione. Ascoltarlo ci ha addolorato molto. Un attacco grave, delegittimante e profondamente ingiusto che ci pone davanti a una scelta inevitabile, quella di procedere per vie legali''. Lo dice in una nota l'associazione antiracket Addiopizzo dopo i veleni seguiti alla publicizzazione di un audio del luglio 2016, in cui si sente un colloquio di 30 minuti tra Andrea Cottone (dello staff del M5s alla Camera), il deputato Riccardo Nuti e altri parlamentari del movimento a lui vicini che chiedono al giornalista notizie su Ugo Forello che voleva candidarsi a sindaco di ...
Forello contro la “macchina del fango”, “Appoggio incondizionato da M5S e Grillo”

Forello contro la “macchina del fango”, “Appoggio incondizionato da M5S e Grillo”

Politica & retroscena
Ugo Forello, candidato sindaco a Palermo del Movimento 5 Stelle, non ci sta e annuncia battaglia. Durante una conferenza stampa nel suo comitato elettorale à tornato torna sui contenuti di un audio circolato su Internet nei giorni scorsi in cui si pongono dubbi sul suo operato come legale dell'associazione Addiopizzo. "Sono molto dispiaciuto che siano state strumentalizzate a fini politici associazioni come Addiopizzo o la Fai, che hanno cambiato il contesto cittadino, combattendo la mafia e contribuendo all'arresto di mafiosi, interessando cosi' la vita di centinaia di imprenditori che hanno fatto una scelta difficile, c'e' ad esempio, chi vive sotto scorta. Da un paio di anni non faccio parte di Addiopizzo, e non ne faro' parte in futuro, il mio presente e' nel movimento 5stelle". ...
L’audio rubato che imbarazza i 5 stelle ma Forello si difende: “Mi attaccano per paura”

L’audio rubato che imbarazza i 5 stelle ma Forello si difende: “Mi attaccano per paura”

Politica & retroscena
"Tutto quello che c'è in quel file audio rubato è falso. Mi attaccano per paura ma io sono più forte di ogni registrazione". Cosi' il candidato sindaco dei 5 stelle a Palermo, Ugo Forello, in un'intervista su "La Repubblica". "Sono orgoglioso della mia storia di fondatore di un movimento, quale è Addiopizzo, che ha fatto e fa antimafia vera. Ora ho - spiega - il dovere di tutelare non solo la mia immagine bensì quella dei tanti militanti di M5S che stanno condividendo con entusiasmo il mio percorso. E' solo un mucchio di sciocchezze? Lo dicono i documenti diffusi oggi da Addiopizzo e le dichiarazioni di Tano Grasso. La limpidezza del mio operato è provata 'per tabulas'. Ho pensato a un passo indietro? Ma proprio non esiste. Chi mi attacca - conclude - lo fa perché sente il profumo della...
Firme false M5S, 800 persone negano di aver firmato la lista

Firme false M5S, 800 persone negano di aver firmato la lista

Notizie
L'inchiesta della Procura di Palermo sulle firme false presentate a sostegno della lista Cinque stelle nel 2012 a Palermo non si ferma.  Mentre monta il caso sull'audio dei veleni, sono state 802 finora le persone ascoltate dagli investigatori della Digos nei locali della questura di Palermo: si tratta di coloro che avevano apparentemente sottoscritto la lista del Movimento alle elezioni e che, uno dopo l'altro, stanno disconoscendo le firme di appoggio. Secondo la ricostruzione dell'accusa, per rimediare a un errore materiale nella compilazione dei candidati inseriti nella lista, su indicazione di Nuti, i Cinquestelle avrebbero ricopiato in una notte circa duemila firme. Finora i controlli erano stati fatti a campione, ma adesso, sempre in vista dell'udienza del 17 maggio, gli inqu...
Palermo, Movimento 5 Stelle: audio rubato su Forello finisce in inchiesta su firme false

Palermo, Movimento 5 Stelle: audio rubato su Forello finisce in inchiesta su firme false

Politica & retroscena, Notizie dalla Sicilia
E' finito agli atti dell'inchiesta sulle firme false a sostegno della lista grillina alle comunali di Palermo del 2012 l'audio "rubato" di una conversazione tra un membro dello staff della comunicazione dei Cinque Stelle alla Camera e alcuni deputati palermitani coinvolti nell'inchiesta e ora fuori dal movimento. Nella conversazione, registrata di nascosto in un ufficio della Camera a luglio scorso, Andrea Cottone, componente dello staff della comunicazione M5s, Loredana Lupo, Chiara Di Benedetto, Riccardo Nuti e Giulia Di Vita parlano per 30 minuti della gestione, a loro dire poco trasparente, dei fondi assegnati ad Addiopizzo, associazione antiracket da cui Cottone era uscito in polemica e di cui è stato fondatore Ugo Forello, attuale candidato a sindaco di Palermo per il movimento, che...
Movimento 5 Stelle, Grillo caccia Nuti, Mannino e Di Vita: guerra aperta a Palermo

Movimento 5 Stelle, Grillo caccia Nuti, Mannino e Di Vita: guerra aperta a Palermo

Politica & retroscena
È caos nel Movimento 5 Stelle palermitano. Da una parte gli "ortodossi" e grillini della prima ora capitanati da Nuti, dall'altra parte il nuovo gruppo che sostiene il candidato sindaco Ugo Forello. E a gettare acqua sul fuoco (o benzina dipende dai punti di vista) ci pensa Beppe Grillo. Tutto comincia questa mattina con l'intervista rilasciata da Riccardo Nuti al Corriere della Sera. Il deputato pentastellato, indagato insieme ad altri 14 per il caso firme false a Palermo, parla prima di complotto ai suoi danni organizzato "da chi ha lavorato alla designazione dell'attuale candidato a sindaco di Palermo Ugo Forello" e poi attacca direttamente il fondatore e leader del Movimento. "Non abbiamo nulla da dire a Beppe Grillo, se non quello che gli abbiamo sempre detto e che lui non se...
Palermo, firme false 5 Stelle: chiesti 14 rinvii a giudizio

Palermo, firme false 5 Stelle: chiesti 14 rinvii a giudizio

Province siciliane
Quattordici indagati, compresi tre deputati nazionali, due regionali e un cancelliere del tribunale: la procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per le persone coinvolte nell'indagine sulle firme false depositate dal Movimento Cinque Stelle a sostegno delle liste per le amministrative del 2012 nel capoluogo siciliano. I reati contestati, a vario titolo, dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dal sostituto Claudia Ferrari sono il falso e la violazione di una legge regionale del 1960 che recepisce il Testo unico nazionale in materia elettorale. Tra gli indagati il deputato nazionale Riccardo Nuti, che nel 2012 era candidato sindaco, e le parlamentari Giulia Di Vita e Claudia Mannino. Secondo la procura, Nuti e un gruppo ristretto di attivisti come Di Vita, Ma...

Palermo, inchiesta firme false 5 Stelle: sono 14 gli indagati

News Sicilia
La procura di Palermo ha chiuso l'indagine sulle firme false depositate dai 5 Stelle a sostegno delle candidature per le Comunali del 2012. Quattordici gli indagati tra i quali il deputato nazionale Riccardo Nuti, che nel 2012 era candidato sindaco, e le parlamentari Giulia Di Vita e Claudia Mannino. Il procuratore aggiunto Dino Petralia e Claudia Ferrari contestano la violazione di una legge regionale del 1960 che recepisce il testo unico nazionale in materia elettorale. Secondo la procura, Nuti ed un gruppo ristretto di attivisti come Samanta Busalacchi, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, dopo essersi accorti che per un errore di compilazione le firme raccolte erano inutilizzabili ed era quindi a rischio la presentazione delle candidature, avrebbero deciso di ricopiare dalle originali le...