Il Tribunale di Sciacca aveva dichiarato l'azienda fallita per un debito di circa 30mila euro con l'Eni causando il licenziamento di 11 lavoratori. Ma i magistrati palermitani hanno ribaltato l'esito